Pentole per induzione

Il piano cottura a induzione è una delle soluzioni più recenti, avanzate e apprezzate della tradizionale cottura a gas, questo per via dei vantaggi che possiede e per il fattore estetico, non da sottovalutare per chi ha ad esempio una cucina più moderna. Ovviamente, per la buona riuscita di una cottura degli alimenti a induzione, occorre utilizzare pentole per induzione specifiche e appositamente studiate affinché il piano cottura funzioni alla perfezione, rendendo una cottura uniforme. Di seguito alcuni chiarimenti su tale metodo e dei consigli sulle migliori pentole a cui poter guardare.

Cos’è una pentola a induzione

Moltissime persone preferiscono le pentole per induzione per cucinare i loro piatti perché questa cucina:

  • consuma meno energia rispetto ai fornelli a gas o elettrici
  • riscalda più rapidamente gli alimenti
  • la superficie di cottura rimane fredda, per evitare qualsiasi scottatura o incidente in cucina
  • è possibile controllare la temperatura di cottura in modo più semplice e rapido.

L’induzione è infatti un tipo di cottura che consiste nel riscaldamento dei recipienti attraverso un campo elettromagnetico che si crea solamente quando avviene un contatto con un materiale a induzione, quindi il cibo inserito in pentola o in padella si riscalda solo se c’è il contatto con un materiale ferroso o di acciaio.

Tutte le altre pentole in pietra, ceramica e rame non sono adatte a una cucina a induzione, a meno che non siano state progettate per questo e che non abbiano pertanto alla base uno strato di materiale compatibile con l’induzione.

Per verificare che la propria batteria di pentole sia compatibile con il metodo dell’induzione, basta prendere una calamita qualsiasi e vedere se rimane attaccata al fondo di quella pentola o padella. Se così fosse, la si potrà utilizzare altrimenti occorre in ogni caso procedere all’acquisto di una pentola a induzione. Ma come scegliere quella che è più adatta alle proprie esigenze?

Come scegliere la pentola a induzione

Le pentole studiate per i piani cottura ad induzione hanno un simbolo specifico che ne segnala l’idoneità quindi prima di scegliere la propria preferita bisogna verificare che questo simbolo sia presente.

Sarebbe meglio poi stare attenti che:

  • il manico della pentola sia resistente al calore ed ergonomico
  • sia presente una certificazione
  • il prezzo non sia troppo basso, perché magari indica che il materiale è eccessivamente scadente e quindi che gli alimenti si attaccheranno con maggiore facilità
  • il diametro indicato della pentola corrisponda al coperchio.

Solitamente quando si tratta di capire come scegliere la pentola a induzione bisogna valutarne non solo il diametro ma anche e soprattutto i materiali. Esistono diverse tipologie di pentole adatte all’induzione, che approfondiamo qui di seguito.

Pentole per induzione in acciaio inossidabile

Le pentole per induzione in acciaio inox sono le più popolari sul mercato e le più scelte in quanto uniscono convenienza economica a un materiale notoriamente molto resistente. Verificare durante la scelta che il fondo sia abbastanza spesso da garantire una corretta diffusione del calore, altrimenti i cibi in fondo potrebbero facilmente attaccarsi.

Pentole per induzione in alluminio

Le pentole per induzione in alluminio sono ottime per il loro rapporto qualità-prezzo, infatti sanno unire i pregi dell’alluminio – che è un materiale resistente – a una grande leggerezza e alla semplicità del lavaggio. Si sottolinea che l’alluminio permette una cottura più omogenea rispetto all’acciaio, anche se pure in questo caso bisogna controllare il fondo altrimenti i cibi potranno attaccarsi. Ottime le pentole a induzione in alluminio dotate di un rivestimento antiaderente.

Pentole per induzione in marmo

Le pentole per induzione in marmo ovvero con materiali marmorizzati offrono il grande vantaggio di poter cucinare in modo più sano e salutare, senza l’aggiunta di grassi. Il marmo è infatti noto per le sue grandi proprietà antiaderenti, pertanto consigliato per la scelta di una pentola a induzione che funzioni bene.

Il kit di pentole a induzione

Per una cucina a induzione che venga fatta in modo professionale non serve molto, è sufficiente rifornirsi di 2-3 pentole a induzione di diverse dimensioni, ottima qualità, semplici da lavare e in cui gli alimenti non si attacchino, corredate da alcune padelle che possano fare al caso nostro. In base al numero di componenti della propria famiglia, provvedere a pentole a induzione di diverse dimensioni, insomma per cuocere in serenità sughi, risotti, zuppe e anche secondi piatti di carne e di pesce.

Le migliori marche Pentole Induzione

Alcune tra le migliori marche di pentole per induzione si distinguono dalle altre non solo per la notorietà del brand, ma anche e soprattutto per la loro capacità di realizzare pentole di ottima qualità. Eccole nel dettaglio.

Lagostina

Lagostina, più nota per essere stata la prima azienda a lanciare la pentola a pressione, realizza pentole a induzione di grande qualità a un prezzo conveniente. Le loro pentole sono sottoposte a test rigorosi sia per il fondo che per la saldatura e la rinettatura dei manici, e integrano una garanzia di due anni.

Bialetti

Da oltre 90 anni, Bialetti racconta una grandissima attenzione per il design, per la cura per i dettagli, del saper rendere semplice ogni gesto in cucina; trasmette qualità, passione, esperienza e affidabilità. Più popolare per il caffè, realizza pentole a induzione di diversi materiali, tutti in grado di unire funzionalità, tecnica e affidabilità a un design molto moderno.

Barazzoni

Barazzoni si distingue per la realizzazione di pentole a induzione a massima efficienza energetica e con manico staccabile, fornendo dunque degli strumenti di cottura all’insegna della praticità e della tecnologia. Le sue pentole hanno un fondo ottimizzato per ottenere i più grandi vantaggi e benefici dalla cucina a induzione, assicurando peraltro un considerevole risparmio di energia.

Karcher

Karcher è un noto produttore di pentole che realizza pentole a induzione belle esteticamente e funzionali, in cui i cibi non si attaccano e che possono essere lavate con facilità.

WMF

WMF è tra i marchi tedeschi più noti in tutto il globo e anche in Italia per le pentole realizzate. Le sue pentole a induzione sono di sicura qualità e uniscono in modo sapiente facilità d’uso e sicurezza.

Tognana

Tognana realizza pentole a induzione robuste e resistenti nel tempo, spesso con verniciatura esterna a effetto Matt che non trascura l’estetica, coniugandola a versatilità e praticità.

Le tre migliori pentole a induzione

Dopo aver illustrato tutti i vantaggi e le caratteristiche delle pentole a induzione di buona qualità, ecco quelle consigliate per chi ne sta valutando un acquisto.

Lagostina Accademia lagofusion

Lagostina Accademia lagofusion è una pentola a induzione dal diametro di 26 centimetri, realizzata in acciaio inox e che permette una cottura rapida e uniforme degli alimenti, grazie alla sua capacità di distribuire il calore su tutto il fondo in modo ottimale, ma anche fino in alto delle pareti. Può essere lavata sia a mano che in lavastoviglie ed è compatibile anche con i fornelli più tradizionali, oltre che a quelli a induzione.

Grande cura è stata riposta da Lagostina anche nelle maniglie, che sono rivettate in acciaio inossidabile, offrendo così una presa salda e sicura.

Barazzoni Pentola Chef Line

Barazzoni Chef Line è una pentola in acciaio inossidabile dal diametro di 24 centimetri e capienza da 8 litri, che si caratterizza per un design particolarmente elegante. È realizzata e prodotta in Italia, dispone di un fondo a 3 strati acciaio-alluminio-acciaio per una ottimale distribuzione del calore e uno speciale fondo diffusore alto un centimetro.

Oltre a possedere delle maniglie in acciaio di forma tubolare con finitura lucida, la Chef Line di Barazzoni si contraddistingue per una satinatura interna che facilità moltissimo le quotidiani operazioni di pulizia della pentola, che non solo è utile per i fornelli a induzione ma anche per gli altri tipi di fonti di calore.

Barazzoni Chef Line Pentola, Acciaio inox 18/10, Diametro cm 24, Litri 8. Made in Italy.
  • Materiale: acciaio inox 18/10 resistente ed igienico adatto alla...

WMF con inserto colapasta

Quella proposta da WMF è una pentola a induzione adatta comunque a tutti i piani di cottura. Dal diametro di 24 centimetri, dispone di un corpo realizzato in acciaio inossidabile e da un coperchio in vetro, che permette di tenere sempre sotto controllo la cottura. È lavabile in lavastoviglie ed è provvista di un colapasta: la pasta viene cotta all’interno di un cestello con supporto in modo tale che l’acqua non trabocchi bollendo.

Barazzoni Chef Line Pentola, Acciaio inox 18/10, Diametro cm 24, Litri 8. Made in Italy.
  • Materiale: acciaio inox 18/10 resistente ed igienico adatto alla...

Queste le 3 migliori pentole per induzione disponibili sul mercato italiano, che ricordiamo sono obbligatori nelle cucine a induzione ma che apportano numerosissimi vantaggi a chi li utilizza: nessuno spreco di energia, dato che i cibi potranno essere cotti in maniera più rapida, resistenza e durata nel tempo e un metodo di cottura più salutare, dato che soprattutto con alcune pentole non si prevede l’aggiunta di grassi extra per insaporire le pietanze.

Ricordiamo che su almigliorprezzo.eu è possibile trovare una serie di prodotti di sicuro appeal in vendita online al prezzo più conveniente possibile.

Ultimo aggiornamento 2018-06-22

Pentole per induzione
5 (100%) 3 votes