La migliore bistecchiera elettrica

La bistecchiera elettrica: la salvezza per voi amanti della carne che non dovrete più aspettare la bella stagione per cucinare propriamente la carne alla griglia! Ma non solo: infatti si tratta di un elettrodomestico estremamente funzionale e utile per la cottura dei cibi più svariati. Insomma, una vera e propria rivelazione!

Per bistecchiera elettrica si intende un elettrodomestico composto da una o due piastre, che possono essere lisce o scanalate, fatte di diversi materiali. La bistecchiera elettrica, dipendentemente dal modello, può avere un solo tasto, oppure diversi tasti e manovelle. Per funzionare propriamente questo elettrodomestico ha bisogno solamente di una presa di corrente sufficientemente vicina! Pensate che sollievo poter mangiare una bistecca alla griglia senza dover perdere tempo e fatica ad accendere il fuoco del barbecue!

Ma quello appena citato è solo uno dei molti vantaggi della bistecchiera elettrica. Tanto per iniziare proprio per il fatto di non avere bisogno di fuoco e braci difficilmente crea fumo e odori, quindi può essere utilizzata anche al chiuso. In questo si differenzia dalla griglia elettrica, che invece è utilizzabile solo all’aperto. Tuttavia è opportuno posizionarla vicino ad una cappa o ad una finestra, in caso in cui il grasso, normalmente rilasciato dal cibo cotto, iniziasse a bruciare, emanando così fumo. La quantità di quest’ultimo sarebbe comunque molto limitata rispetto a quella di una griglia normale, perché scivolerebbe nell’apposito vassoio sottostante, allontanandosi così dal calore.

Quelle composte dalla sola piastra inferiore spesso sono fornite di un apposito coperchio in modo che il calore non si disperda e non ci sia il rischio di sporcare in giro con possibili schizzi. Con questa piastra bisogna girare manualmente ciò che si sta cucinando, in modo che venga cotto da entrambi i lati. Questa è un’evenienza che non si presenta invece con la bistecchiera a due piastre: infatti la chiusura a libro di una piastra sopra l’altra fa sì che contemporaneamente la bistecca venga cotta in maniera uniforme da entrambi i lati.

Un altro punto a favore della bistecchiera elettrica è il fatto che, funzionando come una griglia, non richiede l’aggiunta di condimenti specifici alla pietanza perché venga cucinata bene: ne risulta così una cottura piuttosto sana.

Ricordate sempre che molti cibi, quando troppo cotti, perdono sostanze importanti, come le vitamine. Infatti nella maggior parte delle bistecchiere moderne si può scegliere la temperatura di cottura: mentre alcune bistecchiere hanno un solo livello di potenza, quindi una volta accese possono solo raggiungere la temperatura prestabilita, altri modelli permettono di raggiungere diversi gradi: in questo modo la cottura è più controllabile e si possono cuocere diversi cibi. Se ci pensate, la cottura di un filetto di pesce non richiede la stessa temperatura di quella di una fiorentina. In questo modo si riesce anche a tenere sotto controllo la potenza e quindi il consumo che provoca l’utilizzo di questo elettrodomestico, che si rivela davvero utile se si pensa che, sempre grazie alla regolazione del calore, si può usare per cucinare carne, panini, pesce, formaggi, verdura e addirittura frutta!

Come scegliere una bistecchiera elettrica

Quando decidete di comprare una bistecchiera elettrica ci sono alcune domande che dovreste porvi al fine di fare la scelta adatta. Qui di seguito vengono trattati diversi punti che potrebbero aiutarvi in questa scelta.

Innanzitutto per scegliere la bistecchiera più adatta alle vostre esigenze partite dal pensare all’uso che ne farete: la userete sempre o solo saltuariamente? Questo infatti vi potrà aiutare a sceglie un modello di maggiori o minori dimensioni. Tenete sempre conto che nonostante esistano diversi modelli di bistecchiera elettrica, si tratta sempre e comunque di un oggetto piuttosto ingombrante che ha sempre bisogno di un piano di appoggio vicino alla presa della corrente. Tuttavia gli si può dedicare uno spazio dove lasciarla in maniera fissa, soprattutto nel caso in cui se ne faccia un uso quasi quotidiano, oppure si può lasciare depositata in un luogo e tirare fuori solo all’occorrenza: in questo caso per esempio si può optare per un oggetto più ingombrante, dal momento che si può appoggiare anche sul tavolo da pranzo durante l’utilizzo, e rimuovere in seguito.

È importante quindi che vi assicuriate di avere spazio a sufficienza per sistemare la bistecchiera durante l’uso o riporla mentre non si utilizza.
Su questo punto valutate anche la funzione che volete che la vostra bistecchiera abbia: se diventerà una sostituta della griglia vi converrà allora prenderne una con le piastre scanalate e piuttosto grande. Se invece la vorrete usare per cuocere diversi cibi durante tutta la durata dell’anno, forse vi converrebbe orientarvi verso una bistecchiera con piastre lisce e dalle dimensioni ridotte in modo da poterla lasciare su un piano della cucina, sempre pronta all’uso.

Legata alla funzione che la vostra bistecchiera avrà è la scelta tra una con temperatura fissa o regolabile: se infatti verrà usata sono per la carne, non ci sarà bisogno di una con diverse funzioni selezionabili, cosa necessaria se invece si vuole usare per cucinare diversi tipi di cibo.

Al momento dell’acquisto fate attenzione alla potenza dell’elettrodomestico: quelle con un solo livello di calore funzionano in media a 1800 Watt, mentre quelle con diversi livelli sono vanno invece dai 1000 ai 2000 Watt. L’utilizzo dell’elettrodomestico influirà infatti sul vostro consumo, e quindi sulla vostra bolletta!

Valutate poi se avete intenzione di usarla in casa: in tal caso vi converrà indirizzarvi verso un prodotto dotato dei dispositivi anti-fumo e elimina-odore.

Infine, ovviamente predisponetevi all’acquisto con un budget, tenendo conto che il prezzo e la qualità vanno sempre di pari passo e che per fare un investimento effettivamente sensato su questo tipo di elettrodomestico dovrete spendere tra i 70 ed i 100€.

Materiali delle bistecchiere

Le piastre della bistecchiera possono essere fatte di diversi materiali: i più comuni sono la ghisa e la pietra ollare. Esistono poi anche bistecchiere in alluminio ricoperto di un materiale antiaderente, ceramica e vetroceramica. È importante che la struttura portante delle piastre non sia conduttrice di calore, ma allo stesso tempo resistente e non pericolosa. La maggior parte dei modelli hanno infatti una struttura in plastica o in acciaio, che, nonostante sia conduttore di calore, è molto più resistente.

Ovviamente, più il materiale è di qualità, più il costo sarà elevato: tuttavia vale la pena investire in un oggetto migliore, poiché questo risulta più duraturo nel tempo e più sicuro. Infatti il materiale influisce sulla salubrità del cibo: il calore, a lungo andare, rovina numerosi materiali che se non sono di qualità potrebbero rilasciare sostanze non salutari sul mangiare che vi cuociamo.

SaleBestseller No. 2
SaleBestseller No. 3
Severin PG 2790 Barbecue-Grill 2500W Nero
  • Capacità / contenuto 1066 cm²

Bistecchiere elettriche in ghisa

Le bistecchiere più comuni, elettriche e non, sono in ghisa.
Questo metallo, che è una lega di ferro e carbonio, ha infatti la caratteristica di surriscaldarsi molto velocemente e mantenere il calore per lungo tempo. Si tratta di un metallo estremamente resistente ma che ha bisogno di una accurata manutenzione. Infatti nonostante esistano piastre trattate con sostanze che le rendono antiaderenti ed inossidabili, la ghisa in sé è soggetta a ruggine: bisogna quindi fare in modo che non rimanga bagnata in seguito al lavaggio. Per scongiurare questo avvenimento è consigliabile pulire la bistecchiera a secco. Per rimuovere il grasso lasciato dagli alimenti cotti infatti si può usare un panno inumidito con un poco di olio e sale grosso. In seguito portare la piastra ad una temperatura tiepida, staccare la corrente e rimuovere lo sporco residuo con una spugnetta inumidita. Conveniente per la pulizia è infatti indirizzarsi verso le bistecchiere dotate di piastre smontabili: in questo modo si potrebbe infatti lasciare le piastre in ammollo per qualche ora e in seguito asciugare con fogli di carta assorbente e in questo modo eliminare il grasso; in seguito rimuovere l’unto passando dell’aceto.
Dal momento che è sconsigliabile usare detersivi per la pulizia, per il fatto che sono aggressivi verso il materiale e richiedono lo risciacquo con l’acqua, uno svantaggio delle bistecchiere elettriche è che dopo numerosi usi tendono a mantenere l’odore del cibo: quindi converrebbe avere piastre diverse per cibi diversi.
In tanti, per ovviare questi vari problemi, usano la piastra ricoperta da fogli di alluminio.

SaleBestseller No. 1
Griglia bistecchiera vulcanica,con rivestimento in pietra, nera, 46x28x7 cm euronovità EN-22141
  • Padella,Griglia,bistecchiera 46 cm stone vulcanica rivestimento in pietra
SaleBestseller No. 2
SaleBestseller No. 4
Bestseller No. 5
Bestseller No. 6
Piastra in Ghisa liscia 65x40 cm
  • Cottura Carne, Pesce e Verdure

Bistecchiere elettriche in pietra

Quando si parla di bistecchiere in pietra si intende quelle in pietra ollare. La pietra ollare è una pietra molto resistente con la caratteristica di accumulare calore e mantenerlo per un lungo periodo. Infatti si tratta di un materiale storicamente utilizzato per oggetti da cucina, come pentole e piastre. Essendo un materiale naturale fornisce una cottura meno violenta della ghisa e porta a risultati migliori, poiché non ha bisogno dell’aggiunta di oli e grassi per cuocere e difficilmente crea fumi. Tuttavia, proprio perché è naturale è anche più fragile: nonostante si possa infatti lavare con l’acqua, è importate assicurarsi precedentemente che la piastra non sia calda, poiché la forte differenza di temperatura la potrebbe rompere. Inoltre col tempo potrebbero crearsi crepe nella bistecchiera. Anche questo tipo di materiale non è da lavare con nessun tipo di detersivo, poiché ne uscirebbe molto danneggiato. È consigliabile quindi, fin dalla prima volta, lavare la bistecchiera con acqua salata ed asciugarla bene, poi passarla con olio. Dopo circa 20 ore, rimuovere l’olio con la carta assorbente. In caso di sporco incrostato, prima di ungere la superficie, usare un panno imbevuto di aceto e un raschietto o una spazzola di ferro.

SaleBestseller No. 1
SaleBestseller No. 2
Griglia bistecchiera vulcanica,con rivestimento in pietra, nera, 46x28x7 cm euronovità EN-22141
  • Padella,Griglia,bistecchiera 46 cm stone vulcanica rivestimento in pietra
SaleBestseller No. 4
Griglia bistecchiera vulcanica,con rivestimento in pietra, nera, 36x25x6 cm Euronovità EN-22134
  • Padella,Griglia,bistecchiera 36 cm stone vulcanica rivestimento in pietra
Bestseller No. 5
Padella Rettangolare Doppia In Pietra Lavica Antiaderente Liscia e Grigliata No Condimenti Black
  • MasterHome Azienda Specializzata Esclusivamente nella vendita di Pentole...

Le migliori marche di bistecchiere

Le aziende che vendono bistecchiere elettriche sono per lo più nomi conosciuti nel mondo degli elettrodomestici: si ritrovano Rowenta, Philips, De’ Longhi, Imetec, ecc.

I modelli migliori secondo i consumatori sono:

  • Rowenta GR3060 Comfort
  • Rowenta GC2060
  • Rowenta GR6010 XL 800 Comfort
  • Russel Hobbs 17888-56
  • Girmi BS55
  • Philips HD4467/90 Health Grill
  • De’ Longhi CGH902
  • Termozeta 73872
  • Imetec Dolcevita GL5
  • Ariete La Grigliata 1800

Le migliori offerte su Amazon e prezzi di bistecchiere

Russell Hobbs 17888-56 – . Si tratta di una bistecchiera utilizzabile in tre modi: con le due piastre chiuse per preparare panini, aperta a 90° per cucinare alimenti che rilasciano grassi e aperta a 180° come se fosse una griglia. È dotata di vassoietto per raccogliere il liquidi e di due indicatori luminosi, uno rosso (accensione) ed uno verde (pronto all’uso). Ha una potenza di 1800 Watt.

Sale

Rowenta GC2060 Minute Grill – . È una bistecchiera che svolge anche funzioni di barbecue e toastiera. Le piastre sono in alluminio pressofuso antiaderente ed è dotata di vassoio raccogli grasso. Può essere utilizzata con le piastre chiuse intorno alla pietanza che si sta cucinando oppure completamente aperta a 180°, come una griglia. È dotata di termostato regolabile ed una spia che avvisa quando la bistecchiera è pronta all’uso.

Sale

Rowenta GR3060 Comfort – . Si tratta di una bistecchiera che permette tre posizioni di cottura: aperto a barbecue, a contatto intorno al cibo o a fornetto, ossia con la piastra sopra che non tocca la pietanza. Le piastre antiaderenti sono rimovibili e lavabili in lavastoviglie. È dotata di manopola per la temperatura e spie di funzionamento. Ha una potenza di 2000 Watt.

Aigostar Hitte 30HFA – . È una bistecchiera che si adatta ad essere usata anche come barbecue, con la potenza di 1500 Watt. È dotata di piastre antiaderenti, manico antiscottatura, spie di accensione ed una manopola che permette di scegliere diversi livelli di temperatura. I materiali utilizzati sono l’alluminio antiaderente per le piastre, acciaio inossidabile e plastica specifica per il supporto.

Imetec Dolcevita GL5 – . Si tratta di una bistecchiera che si adatta a grigliate e alla cottura di panini farciti. È dotata di un vassoio per lo scolo di liquidi di cottura, in modo che questa risulti sana e senza fumi, e di una spia di accensione e di pronto all’uso. Le piastre sono in materiale antiaderente e assicurano un ottimo risultato anche con l’utilizzo di carta forno.

Sale
Imetec Dolcevita GL5 Bistecchiera
  • Piastre antiaderenti parallele ad un'altezza massima di 7 cm
La migliore bistecchiera elettrica
5 (100%) 2 votes