Scaldasalviette i migliori modelli e le offerte

Gli scaldasalviette li avete visti decine e decine di volte, negli appartamenti dei vostri amici. Si tratta di una tipologia particolare di radiatori, solitamente installati nei bagni. Ma non solo. Infatti, sempre più spesso fanno la loro comparsa anche nelle cucine. Oggi vi parleremo meglio degli scaldasalviette, cosa sono e come funzionano.

Cosa sono gli scaldasalviette

Gli scaldasalviette sono una tipologia di termosifone, o radiatore che dir si voglia, che allo stesso tempo, oltre a scaldare, rendono un ambiente ancora più bello, grazie al loro valore estetico, che li rende veri e propri oggetti di arredo.

Lo scaldasalviette, per chi non ne avesse mai visto uno, è un termoarredo da parete, con una forma che ricorda una scaletta, con tubi orizzontali. Solitamente viene utilizzato in stanze piccole, come il bagno, ma non solo. In base alle esigenze di spazio e di arredo viene utilizzato anche per scaldare altre stanze.

Gli scaldasalviette, come dicevamo, sono termosifoni pensati apposta per i bagni, per consentire l’asciugatura di salviette o asciugamani, una volta che sono stati utilizzati per una doccia o un bagno. Sono infatti termosifoni a parete, che proprio per la loro particolare forma, permettono di stenderci sopra asciugamani e salviette, per consentirne un’asciugatura più agevole.

Inoltre, gli scaldasalviette sono ricoperti con particolari vernici, chiamate epossidiche, particolarmente resistenti contro la corrosione e gli agenti chimici. Sono, per tutte queste ragioni, ideali per essere installati in ambienti umidi e per poter essere messi in contatto con teli e asciugamani umidi.

Gli scaldasalviette poi, negli anni, hanno mutato in parte la propria funzione. Infatti sono diventati veri e propri oggetti di design, che oltre a scaldare, decorano l’ambiente e assumono funzione di mensole o di contenitore. Alcuni poi possono perfino essere decorati con luci e altri accessori.

L’aspetto estetico, quando si parla di scaldasalviette è centrale. Infatti, quante volte, quando si ristruttura casa, ci si imbatte nella problematica dettata dalla presenza di vecchi termosifoni, che sono proprio dove non dovrebbero stare e non sono belli a vedersi, o che magari non c’entrano niente con il resto dell’arredamento? A molti di voi sarà sicuramente capitato. Grazie agli scaldasalviette questo non accadrà più. Lo spazio verrà utilizzato in maniera più intelligente e gli scaladsalviette saranno belli anche da vedersi.

Come funzionano gli scaldasalviette

Gli scaldasalviette vi permetteranno di asciugare facilmente asciugamani o salviette da cucina anche nelle giornate invernali più rigide.

Gli scaldasalviette possono essere collegati alla caldaia, e quindi comportarsi in tutto e per tutto, come un normale radiatore, oppure elettrici. Tra i più moderni che potrete trovare in commercio, ci sono anche scaladsalviette elettrici con termoventilatori incorporati oppure scaldasalviette in pietra naturale. Come è facile immaginare, è praticamente impossibile non trovare qualcosa che si adatti agli arredi di casa propria.

Quando si tratta di scaldasalviette collegati alla caldaia, l’unica differenza che li distingue dai normali termosifoni, è la loro progettazione. Infatti, gli scaldasalviette hanno elementi radianti non uniformi, in modo da poter offrire spazi più larghi per poter inserire gli asciugamani umidi.

Vantaggi degli scaldasalviette rispetto agli altri radiatori

Gli scaldasalviette sono ottimi per scaldare una stanza, e al contrario di molti altri radiatori, sono oggetti belli da esporre, grazie alle loro forme di design. Ma non solo, occupano meno spazio. Per questo sono perfetti anche per gli appartamenti più piccoli.

Infatti, gli appartamenti moderni sono sempre più piccoli, ed è importante quindi ottimizzare gli spazi. Gli scaldasalviette sono pensati proprio in base a questa funzione.

Inoltre, gli scaldasalviette, grazie alla forma dei loro tubi, arrotondati e ben distanziati tra di loro, sono facili da pulire.

Rispetto ad un radiatore, uno scaldasalviette è più facile da pulire. Questo perché non ci sono punti o fessure difficili da raggiungere ed eliminare la polvere ammucchiata sarà un gioco da ragazzi.

Diverse tipologie di scaldasalviette

Come dicevamo, le forme degli scaldasalviette, nel tempo, sono diventate sempre più elaborate, ma quelle più comuni sono: i classici scaldasalviette bianchi dritti o curvi, quelli cromati, sempre dritti o curvi, quelli di design o quelli elettrici.

Generalmente i tubi sono posti orizzontalmente, per tenere in caldo gli asciugameni, mentre siete sotto la doccia. In alcuni casi invece possono anche avere composizioni diverse, a vela, a spirale, con attacchi laterali o che sembrano uno specchio.

La differenza principale che riguarda gli scaldasalviette però riguarda il loro funzionamento: ovvero a caldaia o elettrici.

Differenze tra scaldasalviette a caldaia o elettrici

Come dicevamo, gli scaldasalviette possono essere sia a caldaia che elettrici. Ma quali sono le principali differenze tra queste due tipologie?
Gli scaldasalviette elettrici, a differenza di quelli collegati alla caldaia, hanno di buono che possono essere utilizzati in base alle esigenze, anche separatamente dagli altri termosifoni. Infatti, gli scaldasalviette elettrici, essendo attaccati a una rete elettrica, possono essere accesi quando preferite.

Come funzionano? Semplice, gli scaldasalviette elettrici hanno una resistenza che scalda un liquido presente al suo interno. Questo liquido si chiama termovettore. Poi, grazie ad una termostato, potrete programmare temperatura e orari di accensione. In questo modo potrete più facilmente controllare i consumi, programmando l’accensione e lo spegnimento dello scaldasalviette.

Unica precauzione, quando si usano gli scaldasalviette elettrici: mantenerli lontani dall’acuq, e ad almeno 60 centimetri dalla presa di corrente. Inoltre, bisogna fare attenzione a non appoggiare le salviette in corrispondenza delle prese d’aria, per evitare che il funzionamento dello scaldasalviette elettico venga compromesso.

Uno dei vantaggi principali degli scaldasalviette elettrici è che possono essere posizionati ovunque, in qualunque punto della casa, a patto che ci sia un’alimentazione elettrica.
Entrambi gli scaldasalviette, quelli elettrici e quelli collegati alla caldaia, hanno design di ogni tipo, anche molto fantasiosi, come quelli che riproducono dei fiori. È praticamente impossibile non trovare lo scaldasalviette che si desidera per casa propria.

Esite poi un’altra tipologia di scaldasaviette, che possiamo definire “mista”. Si tratta infatti di scaldasalviette con collegamento alla caldaia e resistenza. In questo modo potrete raggiungere temperature più alte, grazie alla resistenza elettrica, pur mantenendo la caldaia a potenza inferiore.

Aspetti da tenere in considerazione per l’acquisto

Il primo consiglio che vogliamo darvi, per scegliere il giusto scaldasalviette per casa vostra, è di non sottodimensionarli. Infatti, lo scaldasalviette, che venga utilizzato in bagno o in cucina, serve ad asciugare salviette e asciugamani, ma allo stesso tempo anche a scaldare l’ambiente in cui si trova. Scegliete quindi un modello grande a sufficienza per coprire entrambe queste funzioni e ricordate che essendo spesso coperti da asciugamani e salviette, la sua potenza deve essere alta. Altrimenti rischierete di avere asciugamani e salviette asciutte, ma una stanza da bagno fredda o mal riscaldata.

È importante quindi valutare quanta potenza vi servirà per scaldare l’ambiente in questione. Solitamente la potenza viene calcolata in base al volume, all’esposizione e alle dispersioni termiche.

Qualora vi troviate in difficoltà, misurate la stanza che avete intenzione di scaldare e fatevi consigliare da un esperto.

Altre differenze: scaldasalviette a parete, a piantana o ribaltabile

Gli scaldasalviette possono essere realizzati in varie tipologie. Quello più comune, che sicuramente avrete visto in molti bagni di amici e conoscenti, è quello a parete. Ma non è di certo l’unico. Esistono infatti scaldasalviette a piantana e ribaltabili. Questi ultimi simili in tutto e per tutto a uno stendi-panni, perfetto per chi non ha la possibilità di stendere gli abiti all’esterno, oppure per asciugare i vestiti quando fuori piove.

Scaldasalviette: meglio in acciaio o in alluminio?

Anche nei materiali esistono alcune differenze. Infatti, gli scaldasalviette sono realizzati sia in alluminio che in acciaio. Quelli in acciaio hanno spesso forme di design più elaborate, e rientrano maggiormente nella categoria di elementi di arredo. Questo accade perché l’acciaio è un materiale più duttile rispetto all’alluminio, pur mantenendo prestazioni caloriche equivalenti.

Per questo motivo però, gli scaldasalviette in acciaio possono anche essere più costosi rispetto agli altri.

Oltre all’aspetto estetico, gli scaldasalviette in alluminio si scaldano e si raffreddano più velocemente rispetto a quelli in acciaio, che conserva maggiormente calore. Inoltre, l’alluminio è più fragile, rispetto all’acciaio.

Le migliori marche di scaldasalviette

Ormai la scelta degli scaldasalviette presenti sul mercato è davvero molto ampia. Molti di questi si presentano come una griglia attaccata al muro e hanno la funzione di asciugare asicugamani e salviette umide, oltre a rendere ancora più bella casa propria. La prima cosa che vi consigliamo di fare è di chiarirvi le idee su quello che vi serve: uno scaldasalviette collegato alla caldaia oppure uno elettrico? Quelli elettrici sono maggiormente controllabili, più facili da installare e indipendenti rispetto al resto del riscaldamento. Allo stesso tempo però dovrete stare più attenti ai consumi energetici. Nel caso in cui scegliete uno scaldasalviette collegato alla caldaia invece dovrete ricevere l’autorizzazione del condominio e verificare che sia possibile.

Tra le migliori marche presenti sul mercato troviamo De Longhi e Cortina, quest’ultimo celebre soprattutto per i suoi scaldasalviette elettrici.

Altro brand famoso per i suoi bellissimi scaldasalviette di design è Warmehaus, che potrete trovare anche nella versione cromata.

Impossibile poi non citare Dolomite NDCW 800-500, uno scaldasalviette con sbarre curve, completo di supporti cromati per fissaggio a muro.

Speriamo che questo articolo vi possa essere utile nella scelta del vostro scaldasalviette.

Scaldasalviette i migliori modelli e le offerte
5 (100%) 1 vote