MIGLIORI ELICOTTERI RADIOCOMANDATI: prezzi, offerte e opinioni

Gli appassionati lo sanno, pilotare un elicottero radiocomandato è un’esperienza unica. Controllo, precisione e un fine senso delle correnti aeree: questi gli ingredienti fondamentali per vivere al massimo questa bella passione.

Ovviamente, gli elicotteri radiocomandati sono un gioco, ma quando si affina l’esperienza e si iniziano ad avere delle buone conoscenze sul funzionamento del velivolo e delle condizioni ambientali si tratta di un gioco molto serio per veri appassionati. Chi non ha mai provato a far volare un elicottero radiocomandato difficilmente può capire quanto siano affascinanti tutti i dettagli tecnici e le regole tacite che governano questo mondo. Basta però parlare con qualcuno che ami questo hobby per rendersi conto immediatamente di quanto possa essere suggestivo.

Andiamo allora a scoprire insieme tutto quello che c’è da sapere sugli elicotteri radiocomandati, cosa sono, i documenti necessari per farli volare e quali sono i migliori modelli attualmente in commercio.

Cos’è un Elicottero Radiocomandato? Guida all’acquisto

Un elicottero radiocomandato banalmente un piccolo elicottero in miniatura, ovvero per definizione un modellino in scala. I veri appassionati a questo hobby amano non solo pilotarli, ma anche dedicarsi alla loro costruzione. Non c’è da stupirsi, quando ci si appassiona a qualcosa è normale volerla conoscere più nel dettaglio e realizzare il proprio elimodello significa appunto conoscerlo in ogni sua parte più nascosta e capirne a fondo i meccanismi di funzionamento.

Grazie a costi piuttosto bassi dei vari pezzi da assemblare, questo hobby richiede molto tempo ma può essere praticato da tutti, sia per puro divertimento che con finalità sportive. Esistono infatti vere e proprie competizioni tra elicotteri radiocomandati: gli appassionati si ritrovano in luoghi adatti, ovvero ampi spazi privi di ostacoli dove gli elimodelli non rappresentano un pericolo per eventuali altre persone, e si sfidano in appassionanti duelli a coppie, oppure in gruppo.

L’elimodellismo è un hobby che esiste da moltissimo tempo, basti pensare che il primo modello venne costruito negli anni ’60 dello scorso secolo da Dieter Schlüter, il primo pilota tedesco di modellini radiocomandati. Da allora i progressi tecnologici hanno fatto passi da giganti: la componentistica è diventata molto più facile da trovare e a prezzi sempre più contenuti, le prestazioni sono migliorate sensibilmente, il peso dei modellini è calato e eventuali problemi e malfunzionamenti sono sempre più rari e risolvibili facilmente.  Per questa ragione a partire grosso dagli anni ’90 gli appassionati di elicotteri radiocomandati hanno iniziato ad essere un numero considerevole, formando vere e proprie comunità tematiche in cui scambiarsi informazioni, pezzi, consigli e organizzare sfide e competizioni.

Un appassionante mondo tutto da scoprire, quindi, quello degli elicotteri radiocomandati! Oggi poi, con l’incredibile diffusione dei droni, i piloti di modellini sono sempre più numerosi e quelli con anni di esperienza alle spalle sono davvero molto, molto ricercati.

Assicurazione o patente per guidare un eleicottero radiocomandato

Negli ultimi tempi le norme che regolano il mondo dell’aeromodellismo hanno subito alcune piccole modifiche. Vediamo quindi in dettaglio quali sono le disposizioni previste dall’ENAC, l’Ente nazionale per l’aviazione civile per i cosiddetti da regolamento “mezzi aerei a pilotaggio remoto”.

Innanzitutto esiste una distinzione fondamentale tra:

  • aeromodelli;
  • sistemi aeromobili a pilotaggio remoto.

I primi sono soggetti a regole meno restrittive e possono essere pilotati senza alcun tipo di autorizzazione e quindi senza patente e senza assicurazione. Considerato però che far volare un elimodello può non essere così intuitivo e il rischio è non solo di perdere il mezzo o danneggiarlo ampiamente, ma anche e soprattutto di fare e farsi male, la FIAM (Federazione Italiana Aero Modellismo) mette a disposizione degli interessati corsi per imparare a pilotare in sicurezza. Inoltre, sempre la federazione consente di sottoscrivere una sorta di assicurazione per coprire gli eventuali danni che si possono causare. Si tratta di un’ottima soluzione, molto utile anche in caso di sfide e competizioni, se accidentalmente si dovessero danneggiare elimodelli di altri partecipanti.

Come scegliere un elicottero radiocomandato?

Pilotare un elicottero radiocomandato non è come pilotare un vero elicottero, ma è sicuramente può molto divertente e soddisfacente. Scegliere il velivolo radiocomandato più adatto dipende molto

  • dalle aspettative che si hanno;
  • dagli obiettivi personali che si vogliono raggiungere;
  • dal proprio livello di esperienza.

I modelli disponibili sul mercato si dividono sostanzialmente in due categorie, in base al tipo di batteria che li alimenta:

  • modelli a batteria;
  • modelli a motore.

I modelli a batteria vanno benissimo se si cerca un’esperienza giocosa e non troppo impegnativa, sono i più diffusi e i più economici anche perché non presuppongono grandi spese di gestione. I comandi sono molto intuitivi, quindi semplici ed elementari e per questo risultano facilmente gestibili. Perfetti per iniziare.

I modelli a motore, invece, sono sistemi semi-professionali dotati di motore a scoppio e quindi alimentati a benzina. Già solo per questa ragione i costi di mantenimento risultano più elevati, inoltre le componenti stesse sono più sofisticate, lavorare e dunque più costose. Generalmente vengono venduti ancora da montare, così che l’appassionato esperto possa scegliere le componenti preferite e costruire l’elimodello in base alle proprie esigenze. Si tratta di prodotti destinati ad appassionati esperti che abbiano voglia di prendersene cura quasi quotidianamente e sappiano pilotarli con una certa dimestichezza. Le soddisfazioni che regalano sono elevatissime, così come le competenze richieste per utilizzarli al meglio.

Gli elicotteri radiocomandati di serie dispongono di funzionalità abbastanza basiche, in genere sul cosiddetto controller sono presenti solo due joystick detti rispettivamente Throttle e Navigation. Tuttavia è possibile implementare gli optional, aggiungendo ad esempio led, fotocamere digitali, Bluetooth e Wi-Fi.

Un altro aspetto fondamentale da prendere in considerazione per scegliere il modello più adatto riguarda la qualità dei materiali. Ovviamente più questi saranno robusti, maggiore sarà il prezzo ripagato però da una maggiore resistenza agli urti e performance migliori. Come sottolineato da tutti gli appassionati, la parte più delicata e importante è certamente quella delle pale, in quanto se dovessero rompersi, sarebbe impossibile utilizzare l’elimodello. Anche in questo caso esistono due grandi categorie

  • a pala fissa e pala controrotante, tipica dei modellini più diffusi e più economici, oltre che più facilmente pilotabili;
  • con rotore di coda, molto simili agli elicotteri veri e quindi più costosi perché più sofisticati e performanti.

Per quanto riguarda le dimensioni, esistono varie grandezze. Si va dai modelli più piccoli che hanno una cosiddetta lunghezza della lama compresa tra i 15 e i 30 cm, fino ad arrivare ai modelli più grandi che superano il metro e mezzo. Infine, anche il raggio di azione detto campo varia sensibilmente a seconda del modello. Si va da circa 25 metri per gli apparecchi più semplici, agli oltre 100 metri di quelli più professionali.

I migliori modelli e le migliori marche di elicotteri radiocomandati

Abbiamo selezionato per voi i migliori modelli e le migliori marche di elicotteri radiocomandati per darti solo prodotti di qualità al miglior prezzo.

Ecco un elenco degli elicotteri radiocomandati in offerta su Amazon per avere garanzia di qualità e sicurezza!

OffertaPiù venduti - Posizione n. 5
OffertaPiù venduti - Posizione n. 8
OffertaPiù venduti - Posizione n. 9
OffertaPiù venduti - Posizione n. 10
OffertaPiù venduti - Posizione n. 11
OffertaPiù venduti - Posizione n. 12

Ti aspettiamo per altre fantastiche offerte e promozioni online!

MIGLIORI ELICOTTERI RADIOCOMANDATI: prezzi, offerte e opinioni
5 (100%) 2 votes