Elettrostimolatore addominale: come sceglierlo e perché

Ormai non c’è canale televisivo che non lo promuova. Molti di voi l’avranno già visto decine e decine di volte in qualche televendita, ma probabilmente vi starete ancora chiedendo se l’elettrostimolatore addominale ha effettivamente l’efficacia promessa. Oggi vi spiegheremo perché potrebbe esservi utile, e come scegliere i modelli migliori per le vostre esigenze.

L’elettrostimolatore addominale: a cosa serve?

L’elettrostimolazione, detta elettroterapia, consiste in una terapia in cui si sfrutta l’emissione di un impulso elettrico per indurre una contrazione muscolare. Questa contrazione è simile in tutto e per tutto a quella che il sistema muscolare umano realizza naturalmente. Il nostro corpo riesce a far contrarre i muscoli a partire da una corrente che gli viene fornita dal sistema nervoso centrale e che, attraversando le vie nervose motorie, giunge ai recettori situati nei muscoli.

Questo processo naturale può essere riprodotto artificialmente attraverso l’elettrostimolatore, appunto.

Al di là di questa spiegazione più tecnica e precisa su cosa sia effettivamente, l’elettrostimolatore addominale è un po’ il classico prodotto da televendita. Molti di noi lo vedono da anni in televisione, o nei negozi di articoli sportivi, in quelli di elettronica oppure online, e la domanda che da sempre ci facciamo è: funziona davvero? La risposta è sì, anche se dipende ovviamente da come lo si usa. Ovviamente non è giusto per tutti, e potrebbe anche non essere l’attrezzo giusto per voi. Ma siamo qui anche per spiegarvi come utilizzarlo al meglio. L’elettrostimolatore addominale è utile per ritrovare tonicità nella zona addominale del corpo, appunto. Questo attrezzo però, se non è abbinato ad una sana attività fisica, non darà nessun risultato sperato. È bene saperlo, per evitare di illudersi.
Gli elettrostimolatori di solito si dividono in tre categorie: elettrostimolatori sportivi, elettrostimolatori estetici ed elettrostimolatori per infortunio. Poi chiaramente, ci sono modelli che hanno più programmi che possono soddisfare anche due o più categorie diverse. I modelli più utilizzati sono quelli sportivi.

Come funziona

Gli elettrostimolatori muscolari sono dotati di vari programmi pre-installati che si possono utilizzare per sottoporsi a stimolazioni più o meno intense, in base alle necessità. Se ad esempio siete degli atleti o persone che fanno sport agnostico, l’elettrostimolatore vi servirà soprattutto per recuperare la forma fisica dopo un infortunio. In questo caso è importante che il prodotto che avete deciso di acquistare abbia anche questo genere di programma.
Esistono elettrostimolatori che riescono a stimolare un solo gruppo muscolare, altri invece sono efficaci su più gruppi muscolari. Stimolare elettricamente un muscolo significa eccitare le cellule nervose tramite speciali elettrodi che si applicano ad uno o a due muscoli.
Un elettrostimolatore è in grado di generare degli impulsi a bassa frequenza che fanno contrarre il muscolo. Si tratta di un processo simile a quello che avviene quando ci si allena normalmente in una palestra.
Quando qualcuno si approccia all’elettrostimolazione però è necessario fare una premessa, ovvero che non si tratta di una pratica in grado di fare miracoli, ma rispetta il normale funzionamento dei muscoli. Quando viene stimolato da un elettrostimolatore addominale il muscolo non è in grado di capire se azionato dal nostro cervello o da un agente esterno, ecco perché questo metodo risulta efficace nella maggior parte dei casi. L’importante è che sia abbinato ad un po’ di normale attività sportiva.

ACQUISTA X-POWER IN OFFERTA OGGI

Come è fatto

Uno degli aspetti da tenere in considerazione, quando si decide di acquistare un elettrostimolatore, sono i canali. I canali differenziano in modo separato le uscite degli impulsi elettrici. In genere si trovano quelli a due o a quattro canali. La differenza tra un elettrostimolatore che può gestire solo due canali e quello che ne gestisce quattro risiede nel poter allenare, nello stesso momento, uno o due gruppi muscolari per volta. Questo significa che un elettrostimolatore a due canali può agire su un gruppo muscolare per volta, mentre uno a quattro canali può gestire due gruppi muscolari per volta. Per farlo si serve degli elettrodi. Questi elettrodi sono collegati direttamente all’elettrostimolatore.

A chi è consigliato

Anni fa si pensava che l’elettrostimolazione fosse un trattamento dedicato esclusivamente agli sportivi di professione, ma oggi non è così. I fisioterapisti continuano ad utilizzarlo per permettere ai pazienti di recuperare da infortuni muscolari, senza il bisogno di sottoporrlo a sforzi eccessivi. Oggi viene utilizzato anche da chi cerca un miglioramento del proprio aspetto estetico. Questo avviene anche perché oggi gli elettrostimolatori sono diventati più economici e alla portata di tutti. Chiunque può decidere di acquistarlo e di utilizzarlo a casa propria, senza difficoltà. C’è però un errore di base: acquistare un elettrostimolatore addominale perché si vuole continuare a fare vita sedentaria, pensando che sia sufficiente sottoporsi ad una stimolazione meccanica del muscolo per essere tonici, porterà solo grandi delusioni. L’elettrostimolatore è utile ed efficace solo se abbinato a un’attività fisica regolare. I muscoli servono per sostenere lo scheletro e i nostri organi. Se non vengono stimolati con una vita attiva, possono indebolirsi o diventare più pigri, e non essere più in grado di svolgere le sue funzioni base. L’elettrostimolatore non ha solo valenza estetica o in relazione all’attività riabilitativa. Infatti, viene consigliato anche a chi soffre di dolori ai muscoli. Alleviare il dolore tramite l’elettrostimolazione si può. I dolori articolari e alla schiena sono trattabili tramite un programma di elettrostimolazione direttamente a casa propria, acquistando un elettrostimolatore. Questo prodotto viene utilizzato anche come terapia post intervento.

ACQUISTA X-POWER IN OFFERTA OGGI

A chi non è indicato

L’elettrostimolatore addominale non è consigliato a donne incinte, o a persone che soffrono di malattie cardiopatiche o aritmie. Inoltre, non è indicato nemmeno a chi soffre di ipertensione arteriosa o a chi soffre di crisi epilettiche. Ad ogni modo, vogliamo tranquillizzare tutti quelli che hanno intenzione di iniziare ad usare un elettrostimolatore. L’elettrostimolazione muscolare è utilizzata anche in campo medico e non è affatto dannosa per la salute. Non esistono particolari controindicazioni, oltre a quelle di cui abbiamo già parlato. Evitatelo se portate impianti cardiaci. Anche il rischio di ustioni del muscolo, derivati in passato dal poco controllo dell’elettricità, oggi è completamente superato. L’unico consiglio è quello di acquistare sempre elettrostimolatori di qualità, certificati dalle norme europee, che possano garantire l’uso in totale sicurezza.

Come si usa

Utilizzare un elettrostimolatore è davvero semplice. Non servono infatti conoscenze particolari di nessun tipo, né tecnologiche né mediche. Per prima cosa dovrete scegliere il programma da seguire in base al gruppo muscolare che si vuole allenare e seguendo le linee guida fornite nel libretto di istruzioni del prodotto che avete acquistato. Una volta scelto il gruppo muscolare potrete procedere collegando gli elettrodi del elettrostimolatore. Attenzione a posizionarli nel modo giusto. A questo punto accendete l’elettrostimolatore e selezionate il programma che intendete fare. Regolate l’intensità dell’impulso fino a sentire la stimolazione del muscolo. Se è troppo leggera, potete aumentare l’intensità, ma sempre con moderazione. Avvertire un leggero formicolio è perfettamente normale, non dovete preoccuparvi. Il dolore invece non lo è. Al massimo potrete avvertire una stimolazione più o meno intensa del muscolo.

I vantaggi

Uno dei grandi vantaggi che si possono ottenere utilizzando un elettrostimolatore è la stimolazione, senza troppo sforzo, di un singolo muscolo. In questo modo non sarà necessario sforzarne altri, e si potrà evitare l’assunzione di farmaci antidolorifici. Inoltre, un buon elettrostimolatore, se abbinato ad un po’ di attività fisica, vi aiuterà a migliorare i risultati del vostro aspetto fisico. Senza considerare poi che potrete usufruirne a casa vostra, senza dovervi recare in un centro specializzato.
Il vantaggio principale è di un elettrostimolatore addominale è proprio quello di poterlo usare comodamente seduti mentre si guarda la tv o mentre si legge un libro in poltrona.
Sarà sufficiente attaccare sui muscoli interessati gli elettrodi e partire con la stimolazione. Quando si utilizza un elettrostimolatore su un muscolo si avverte è un leggerissimo pizzicore o formicolio, dovuto alla stimolazione tramite corrente. L’elettrostimolazione non è affatto dolorosa, anzi: viene consigliata anche a chi soffre di dolori muscolari o a chi si è sottoposto a interventi chirurgici, come la ricostruzione del crociato LCA, della cuffia dei rotatori o del tendine d’Achille, e necessità di riabilitazione. Poi, in base al programma, cambierà anche l’intensità. Ad esempio un muscolo di un atleta professionista, sottoposto ad una elettrostimolazione lenta, non subirà alcun miglioramento. Per lavorare bene necessita di una frequenza maggiore, adeguata.

ACQUISTA X-POWER IN OFFERTA OGGI

L’elettrostimolatore XPower: caratteristiche

Chi cerca un elettrostimolatore per migliorare la propria forma fisica, può trovare quello di cui ha bisogno nell’elettrostimolatore XPower. Usandolo, in poco tempo, riuscirete ad ottenere muscoli tonici, come dopo diverse sezioni in palestra.
Questo elettrostimolatore è dotato di intensità regolabile. Infatti, potrete sceglierla in base alla tipologia di allenamento al quale volete sottoporre i vostri muscoli. Inoltre, la sua tecnologia è stata brevettata ed è sicura al 100%. E’ anche estremamente facile da utilizzare, sarà sufficiente azionarlo con il pulsante e lasciarlo lavorare. Saranno sufficienti 20 minuti al giorno, per ottenere ottimi risultati sulla vostra tonicità muscolare. Se riuscite a utilizzarlo con costanza potrete ottenere, senza grandissimi sforzi, una forma fisica più snella già dalle prime sedute. Potrete utilizzarlo sulla zona addominale, su braccia e gambe o sui glutei. Ed è indicato sia per gli uomini che per le donne, indistintamente. Come ogni elettrostimolatore, è ottimo come supporto all’allenamento, unito ad una dieta adeguata si potranno ottenere i migliori risultati, fino alla tanto desiderata tartaruga sull’addome. Si tratta infatti di uno strumento di preparazione ed integrazione allo sport vero e proprio. I muscoli della cintura non sono soltanto i retti addominali ma anche quelli lombari, il traverso e gli obliqui: bisogna lavorare su tutti, non su uno soltanto, sia in fase di allenamento sia mentre si usa l’elettrostimolatore per addominali. Fare questo tipo di attività porterà dei vantaggi estetici, ovvero il ventre piatto, e migliorerà la digestione, l’attività cardiaca e quella intestinale. Aumentando l’intensità dell’elettrostimolatore per addominali, potrete percepire le contrazioni muscolari direttamente sotto gli elettrodi e nella zona adiacente. Ad ogni contrazione corrisponde una leggera tensione che viene mantenuta costante per pochi secondi all’intensità selezionata, poi i muscoli dolcemente si rilassano.
Altra caratteristica molto importante è che XPower non ha controindicazioni. Infatti, stimolando il tessuto muscolare, favorirà la definizione dei vostri muscoli senza sforzi e senza sudore, rendendoli più tonici e sodi. Inoltre, è dotato di una funzione che interesserà soprattutto le donne, grazie agli impulsi trasmessi con l’elettrostimolazione, riuscirete ad eliminare la cellulite che si deposita sui glutei.

E’ molto comodo e incentivante anche il fatto che sia possibile portarlo in giro con facilità. Quindi potrete averlo sempre con voi, in casa o fuori. Viene utilizzato per dimagrire, ma anche dagli amanti dello sport.

Si tratta di un prodotto con un buon rapporto qualità prezzo. Viene inoltre consigliato da personal trainer e VIP.

ACQUISTA X-POWER IN OFFERTA OGGI

Elettrostimolazione addominale: come posizionare gli elettrodi

Per stimolare l’addome e il traverso, le fasce muscolari che hanno il compito di custodire e proteggere gli organi interni e le viscere, è necessario posizionare gli elettrodi con cura. Un traverso indebolito porta alla formazione della pancia o dell’iperlordosi. Per posizionarli correttamente collocatene uno all’origine del muscolo, ovvero sotto le ultime costole, e l’altro qualche centimetro più in basso. I distali, ovvero la seconda coppia di elettrodi, parallelamente alla coppia già posizionata. Per questo posizionamento, è necessario un elettrostimolatore addominale a quattro canali, dotato di duplicatori e abbastanza potente.

Elettrostimolazione post parto

Molte donne, dopo il parto, desiderano ritrovare la forma perduta del proprio addome. Un elettrostimolatore addominale può aiutarle a raggiungere questo obiettivo. L’elettrostimolazione a bassa frequenza agisce sulle fibre muscolari in modo dolce e non doloroso, non fa male al contrario di quanto qualcuno possa pensare. I primi risultati su addome, cosce, fianchi e seno, sono già visibili dopo poche sedute.

Speriamo che questo articolo vi possa essere utile per compiere un acquisto più consapevole.

ACQUISTA X-POWER IN OFFERTA OGGI

5/5 (1 Review)