I migliori sistemi di allarme

Purtroppo è sufficiente aprire un quotidiano per accorgersi che i furti sono all’ordine del giorno. Per questo ormai è impensabile non avere un sistema di allarme o un antifurto, in casa. Il problema è che spesso, questa decisione, viene presa quando è troppo tardi. Ovvero quando ormai si è già subito un furto. Per evitare questo è meglio muoversi in aticipo, con tutto il tempo per scegliere quello più adatto a casa propria.

Oggi vogliamo consigliarvi quali sono i migliori sistemi di allarme per aiutarvi a proteggere le vostre abitazioni. Continuate a leggere se volete conoscere i modelli migliori.

Come funziona un antifurto

Un sistema di allarme avverte la presenza, all’interno della propria abitazione, di persone estranee, e azionandosi cerca di dissuaderli dall’effrazione. Infatti, quando il sistema di allarme avverte presenze sgradite fa scattare una sirena particolarmente rumorosa, e avverte alcuni numeri di telefono, se predisposto. Oppure si collega a dispositivi tecnologici, come app o sms, per mettere in guardia il proprietario di casa dell’anomalia rilevata. Ci sono poi sistemi di allarme che funzionano sia in caso di furto che anche in caso di incendio o allagamento.

Il sistema di allarme è composto da una centralina e da una serie di microprocessori che forniscono informazioni al sistema. Il sistema di allarme entra in fuzione anche nel caso in cui qualcuno stacchi la corrente o cerchi di sabotarlo. Oppure, nel caso in cui si tenti di rimuovere il pannello esterno.
Per questo motivo, la centralina dovrebbe essere sempre posizionata in un ambiente protetto e non visibile.

I sensori che rilevano queste anomalie possono essere di movimento, magnetici, perimetrali, di rottura o di urto. I primi rilevano eventuali movimenti di persone che non dovrebbero essere all’interno dell’area protetta, e di solito funzionano a raggi infrarossi passivi o microonde, in alcuni casi poi combinano le due tecnologie. Invece i sensori magnetici vengono usati in modo da accorgersi se qualcuno stia aprendo le porte o le finestre, grazie a dei magneti la cui separazione dei contatti provoca l’immediata chiamata alla centralina. Quelli perimetrali sono pensati per sorvegliare le aree esterne, come balconi, giardini, e possono rilevare un’intrusione fino a 40 metri di distanza. Quelli di rottura invece rilevano attacchi a vetri e finestre, e quelli d’urto si attivano se si cerca di perforare un muro o altre superfici della casa.

Come scegliere il modello migliore

Quando si sceglie un sistema di allarme bisogna tenere in considerazione alcuni fattori. Il primo riguarda le dimensioni di casa vostra. Ovvero: da quante stanze è composta la vostra abitazione e come è strutturata e se ha più ingressi.

Inoltre, per capire che tipo di sistema di allarme vi servirà chiedetevi se avete intenzione di proteggere la casa dall’interno o dall’esterno. Gli appartamenti meno a rischio sono quelli ai piani intermedi, senza terrazzi o balconi. Inoltre, se i punti di passaggio sono pochi e obbligati,  è possibile avere un buon livello di sicurezza con impianti dotati di pochi sensori e, quindi,  più economici.

Gli appartamenti più a rischio sono quelli a piano terra o ai piani alti, con terrazzi e balconi. In questo caso vi consigliamo due sistemi di allarme: quello perimetrale e quello volumetrico. Il primo protegge l’abitazione dall’esterno, il secondo dall’interno. L’ideale sarebbe integrarli in quanto, se un ladro riesce a superare la protezione perimetrale, scatta l’allarme del volumetrico.

Anche la quantità di ore in cui rimane disabitata è un’informazione importante da considerare, così come se sono presenti o meno animali domestici al suo interno. Inoltre, lo sappiamo bene, è importante anche considerare il prezzo di un sistema di allarme.
Nella vostra scelta vi consigliamo di tenere in considerazione anche alcuni fattori “pratici”, per così dire. Il primo è l’assistenza sul territorio. È vero che installare autonomamente un sistema di allarme in casa propria è più economico, ma a volte si rende necessario, soprattutto per i sistemi più complessi, avvalersi della professionalità di un tecnico specializzato. In questo caso, assicuratevi sempre che l’azienda che avete scelto sia dotata di un buon servizio di assistenza.

Diverse tipologie di antifurto

Esistono naturalmente diverse tipologie di antifurto. Capire quale tipologia di antifurto fa al caso vostro vi permetterà di non sprecare risorse finanziarie e di acquistare un prodotto che effettivamente risponda ai vostri bisogni. Esistono sistemi di allarme che avvertono immediatamente la Polizia, altri invece sono solo rumorosi antifurti che con luci e suoni potrebbero spaventare i ladri e attirare l’attenzione dei vicini di casa. Infatti, spesso il solo vedere una luce lampeggiante o sentire il rumore di una sirena, per i ladri è un potente deterrente.

Antifurto Wireless

Esiste ad esempio l’antifurto wireless, ovvero un sistema di allarme che si adatta ad ogni tipo di abitazione. Infatti, si tratta di un sistema di antifurto senza fili, dotato di diversi elementi che comunicano tra di loro via radio. Si possono acquistare kit completi, a prezzi abbastanza contenuti. Se vi interessa questo tipo di antifurto vi consigliamo di scegliere un modello con sistema antijamming e a doppia frequenza. Il sistema antijamming lavora affinché il segnale non venga disperso, mentre la doppia frequenza fa in modo che l’antifurto funzioni anche in caso di black out.

Antifurto Filare

Altra tipologia di sistema di allarme è quello filare, o “sistema a filo”. Vengono chiamati “filari” perché utilizzano fili, e quindi vanno installati da un tecnico, per essere sicuri che funzionino al meglio. Questa tipologia di antifurto garantisce una resa costante e funziona anche senza corrente elettrica domestica. Il contro di questo allarme è che non è facile da modificare. Che è poi uno dei motivi per i quali è così sicuro. Infatti, in caso di sostituzione o di installazione aggiuntiva dovrete chiamare un tecnico specializzato. Il sistema filare ha costi più bassi rispetto al sistema wireless.

L’antifurto filare può anche essere GSM, ovvero può emettere una segnalazione alle forze dell’ordine in automatico, in caso di manipolazione o forzatura dell’impianto. In questo caso, siccome non tutte le abitazioni possono ospitare questo tipo di antifurto, è necessario l’intervento di un tecnico specializzato che possa verificare se casa vostra ha tutti i requisiti necessari. Quando i sensori verranno posizionati non potranno più essere spostati in seguito. Ovviamente di buono c’è che questo sistema di allarme funziona perfettamente in qualunque condizione meteo.

Ci sono poi alcuni sistemi misti, con centralina a filo all’interno delle mura di casa, e sensori wireless all’esterno. Come per i sistemi a filo, sono facili da sostituire in caso di necessità.

Altro modello ancora è l’antifurto con supporto GSM, che consente l’invio di una telefonata o di un messaggio ad alcuni numeri preimpostati, in caso di manomissione o incursione di ladri nell’abitazione. Questo sistema funziona sia a filo che a wirless, solo che in questi ultimi è necessario attivare una SIM, oppure si può utilizzare una linea telefonica fissa.

Altri antifurti ancora sono collegati con la Centrale Operativa che sarà attiva tutti i giorni 24 ore su 24, e potrà verificare cosa sta succedendo e inviare un segnale alle Guardie Giurate o alle Forze dell’Ordine.

Antifurto nebbiogeno

Altro sistema di allarme che si sta diffondendo, lentamente, anche in Italia è quello chiamato “nebbiogeno“. Infatti, se viene rilevata la presenza di persone all’interno della casa, emette una nebbia tale da impedire la visione nell’ambiente sotto attacco. Questo modello risulta essere molto efficace perché i furti in abitazione avvengono di solito in pochi minuti, quelli che precedono il lancio dell’allarme. Il ladro, avvolto da questa nebbia, tenderà quindi ad abbandonare l’abitazione prima dell’arrivo delle forze di Polizia. Le forze dell’ordine consigliano questo genere di impianto antifurto, considerandolo molto più efficace degli altri.

Infine, vi consigliamo di acquistare un sistema di allarme di ultima generazione, che potrà essere gestito anche tramite App, in tempo reale. In questo modo, riceverete notifiche direttamente sul cellulare e, se il vostro impianto è interfacciato con le telecamere, anche le immagini in tempo reale.

Costi di un impianto di allarme

Ormai, installare un sistema di allarme in casa propria è alla portata di tutti. Ovviamente dipende dalla tipologia di allarme che deciderete di acquistare. Senza considerare poi il vantaggio e la tranquillità data dal sapere che casa vostra è sicura. Ce ne sono tanti, di tantissime tipologie. È importante diffidare di sistemi di allarme eccessivamente economici, perché spesso la qualità ha un costo giusto. Inoltre, dato che si parla di mettere al sicuro casa propria, è meglio evitare di acquistare soluzioni non efficaci.

Sistemi di allarme wireless

Alcuni dei sistemi di allarme più venduti sono quelli wireless. Infatti, come dice il nome, non comportano la stesura di fili, ma sono versatili e possono anche essere utilizzati in caso di trasloco e cambio casa. Di solito vengono venduti insieme a dei kit di installazione, facili da usare anche da chi non è un tecnico. Per sicurezza però vi consigliamo di chiamarne sempre uno, in modo da essere certi che funzioni tutto a dovere. Il nostro consiglio però è di acquistare un modello dotato di antijamming e doppia o tripla frequenza. Infatti, spesso chi cerca di manomettere questi sistemi di allarme lo fa cercando di dispendere il segnale.
I sistemi wireless, al contrario degli altri, possono essere installati in ogni tipologia di abitazione.

I vantaggi dei sistemi senza fili sono fondamentalmente due: il primo è che permettono di evitare l’esecuzione di opere murarie che, in alcuni casi, possono creare seri problemi estetici negli ambienti da proteggere. Il secondo vantaggio è rappresentato dalla rapidità di installazione e, quindi, dai minori costi di messa in opera. Infine, avere una batteria autonoma interna permetterà all’impianto di funzionare, anche in caso di mancata corrente.

Modelli antifurto casa e ufficio consigliati

Abbiamo selezionato per voi alcuni modelli di sistemi di allarme. Il primo è di Mapishop. Il modello si chiama SARA M2E A2BPLUS e si tratta di un antifurto senza fili, che vi viene venduto insieme al kit di installazione. Potrete controllarlo dal cellulare con un’app gratuita. Si tratta di un modello facile da installare, comprensivo anche di funzione GSM che permette di essere avvisati in caso di allarme, e ricevere quindi una chiamata e/o un SMS. Inoltre, nella confezione sono disponibili due telecomandi wireless che permettono di attivare/disattivare il sistema di allarme. Inoltre ogni telecomando prevede la funzione SOS. All’interno della confezione riceverete una Centralina GSM, un alimentatore per la centralina, due Telecomandi, una sirena interna, quattro Sensori PIR, sei Sensori porta/finestre, una Sirena Wireless da esterno.

LKM security WG-YL007M2E+5S+3PIR+SIR08 Kit Antifurto Allarme Casa Wireless, Controllabile da Cellulare...
  • Il modello S8 è facile da installare...
  • Grazie alla funzione GSM è possibile essere...
  • Nella confezione sono disponibili 2...

Altro sistema di allarme che vi consigliamo è quello di LKM Security. Il modello Lite è facile da installare e grazie alla funzione Wireless, permette di far comunicare fino a 99 sensori senza l’utilizzo di fili. Ogni sensore incluso nella confezione ha una batteria in dotazione che offre una lunga autonomia di circa 8 mesi. Grazie alla funzione Gsm inoltre potrete essere avvisati in caso di allarme, e ricevere quindi una chiamata e/o un Sms che notifica la rilevazione di un’intrusione. Potrete poi utilizzare l’app gratuita per Android ed iOs e attivare o disattivare l’allarme direttamente dal proprio smartphone.

Nella confezione sono disponibili due telecomandi wireless che permettono di attivare/disattivare il sistema di allarme. Inoltre ogni telecomando prevede la funzione Sos che permette di azionare direttamente il sistema di allarme e far partire una chiamata o un Sms di segnalazione, molto utile per persone anziane. Nella confezione troverete: una Centralina Gsm, un alimentatore per la centralina, due telecomandi, una sirena interna, un Sensore Pir, un Sensore porta/finestre, dotati tutti di batteria con il manuale in italiano che spiega dettagliatamente tutte le funzioni e configurazioni necessarie, la centralina ha la sintesi vocale in Italiano.

Promo
LKM security WG-YL007M2E Allarme Sicurezza, 4 W, 12 V, Nero, 1. Lite
  • Il modello Lite è facile da installare...
  • Grazie alla funzione Gsm è possibile essere...
  • Nella confezione sono disponibili 2...

Altro sistema di antifurto con un buon rapporto qualità prezzo è questo di AMC Italia, C24 Plus, con Kit di installazione. Si tratta di un sistema di allarme perfetto per casa vostra, ma anche per il negozio, il capannone e tanto altro. Questo sistema di allarme dispone di una centralina GSM C24 PLUS con tastiera LCCD, K-Voice, Batteria tampone inclusa. Inoltre è dotato di sirena AMC SR-136 LED DA ESTERNO 120 DB, anche questo con batteria tampone, due sensori di movimento PIR a doppia tecnologia MOUSE07. Questo KIT allarme GSM ANTIFURTO filare C24PLUS è realizzato con elettronica tutta italiana.

KIT ANTIFURTO ALLARME GSM AMC ITALIA C24 PLUS CASA NEGOZIO CAPANNONE SIRENA ESTERNA SENSORE COMBINATORE...
  • - 1 CENTRALE GSM C24 PLUS CON TASTIERA LCD...
  • - 1 SIRENA AMC SR-136 LED DA ESTERNO 120 DB...
  • - 2 SENSORI MOVIMENTO PIR A DOPPIA TECNOLOGIA...

Speriamo che questo articolo vi possa essere utile per il vostro acquisto.

5/5 (19 Reviews)