La migliore chaise longue

Iconica e raffinata, la chaise longue è la comoda poltrona di forma allungata a cui non potrai rinunciare.

Che cos’è la chaise longue?

Detta anche greppina o cislonga, essa affonda le sue origini nell’Antica Grecia dove i filosofi del tempo erano soliti giacervi sopra quando tenevano le loro lezioni magistrali. Come spesso è accaduto durante la storia antica, questa particolare poltrona non è stata solo patrimonio dei greci, ma ha riscosso successo anche presso il popolo romano che l’ha votata a seduta per imperatori e senatori. Dopo decenni di successi, la chaise longue è però caduta nell’oblio per diversi secoli e solo nel XVI secolo è stata riportata in auge dalla Francia dove ha assunto forme simili alla bergère, ma con un sedile più profondo per consentire una posizione allungata.  Interpretabile anche come evoluzione della dormeuse imbottita ottocentesca, raggiunge tuttavia la consacrazione solo nel XX secolo con la celebre interpretazione data da Le Corbusier identificabile con il modello L4.

La linea allungata e confortevole che consente una posizione a metà tra il coricarsi ed il sedersi esemplifica perfettamente la vera funzione di questo oggetto: far rilassare chiunque lo utilizzi.
Si tratta però di un relax molto diverso da quello del divano, condiviso, mai privato, si tratta piuttosto di uno spazio riservato quasi fosse un arredo personale in cui nessuno all’infuori del proprietario può distendersi. La chaise longue può essere posta sia in ambienti aperti come salotti o sale lettura, sia in contesti più intimi come la camera da letto.
Dovunque si decida di porre la propria chaise longue ciò che va tenuto a mente è che si tratta di un componente dotato di grande personalità e come tale non può essere relegato in una posizione secondaria, ma deve mantenere dignità grazie ad adeguati distanziamenti dagli altri arredi e posizioni privilegiate. Immaginate una grande vetrata che guarda il giardino e, nel mezzo della stanza, solo ed esclusivamente una chaise longue. Non vi pare che l’arredo sia già perfetto così com’è? La verità è che non è un oggetto come un altro e soprattutto non è adatto a tutti, pensare di acquistare una chaise longue per poi utilizzarla come appoggio per la biancheria da stirare o come mini-divano per i pargoli di casa, liberi di farlo, ma no, non è la fine che si merita. Questa poltrona allungata rappresenta infatti un modo diverso di vedere il relax, un think different del riposo. Avete mai pensato agli studi degli psicoanalisti e al famoso lettino su cui i pazienti si distendono prima di lasciarsi andare a confessioni e sfoghi? Esatto, il famoso lettino è proprio una chaise longue e non è un caso.

La posizione semi-sdraiata infatti favorisce un tipo di pensiero differente rispetto a quello che caratterizza la posizione seduta o eretta. Durante le attività quotidiane siamo impegnati ad eseguire azioni e a pianificare attività concrete, rimanendo particolarmente attenti agli stimoli ambientali, il tipo di pensiero che ne consegue dev’essere di tipo pragmatico e si ottiene facilmente rimanendo in piedi o seduti. Al contrario nel momento in cui ci si accomoda su un divano o su, per l’appunto, una chaise-longue il modo di pensare diviene meno ancorato alla realtà circostante, più rilassato, libero di vagare tra un ricordo, un’immagine o un’idea.

E’ proprio questo il motivo per cui quando per esempio si legge un romanzo o un libro di narrativa si preferisce mettersi comodi e non ritti attorno ad un tavolo.
La chaise longue diventa quindi ideale per chi trova svago nell’ascoltare musica, nel leggere un buon libro, nel far vagare la mente alla ricerca di tranquillità o ispirazione.

Modelli di chaise longue

Sono davvero numerosi i modelli di chaise longue che si possono trovare sul mercato, ognuno con una sua funzione ed una sua concezione estetica, da quelli più simili a sedie a sdraio o più affini a veri e propri divani. Per questo prima di addentrarsi nell’ardua scelta della propria poltrona allungata è importante fare un breve excursus sulle varie tipologie.

Chaise Longue classica

Tra i modelli più conservatori, VIDA XL chaise longue Chestefiel esemplifica ciò che di più vicino c’è ad una versione che non ha dimenticato il passato. Si tratta di un complemento d’arredo molto elegante che con il suo design maestoso e la sdraio di alta qualità è in grado di rapire la scena all’intero salotto. Le forme arrotondate e classicheggianti ricordano lo sfarzo ottocentesco mentre la superficie ricoperta di bottoni ed il bracciolo posto tipicamente sul lato sinistro ricalcano gli arredamenti in stile Chesterfiel. Data la sua forma ricorda più un divano che una chaise longue, anche se può essere utilizzato in entrambi i modi.

Chaise Longue nordic style

A differenziarsi nettamente dallo stile classico troviamo uno tra i modelli più diffusi sul mercato, semplice e pulito nelle forme, si adatta perfettamente ad ogni tipo di ambiente. Dalla grande capacità di carico (fin a 180 kg) Casaria Chaise Longue e altri modelli neutrali come questo rappresentano il comfort per eccellenza, offrendo un’alta qualità di materiali. Ore di intenso piacere su un telaio completamente in legno con schienale imbottito extra alto. Perfetto anche per l’ufficio.

Chaise Longue Pouf

Un’inusuale versione, perfetta per una casa giovane, può essere quella del modello Pouf: poliuretano a sostenere la struttura e poi morbida fodera imbottita. Sprofondare nel relax non è più solo un modo di dire, ma pura realtà grazie a questa leggerissima versione di chaise longue che pesa solo 5 kg. Facile da trasportare, anche in caso di trasloco, non rinuncia alla comodità.

Chaise Longue da giardino

Se si parla di una chaise longue da giardino, allora la Pratolina è ciò che fa per voi. Il materiale usato per la sua struttura è il legno di abete non trattato, resistente e particolarmente gradito a chi segue una filosofia bio. Facilmente personalizzabile, anche se non di semplicissimo montaggio, risulta davvero glamour per gli spazi esterni.

Chaise Longue di design

Nella categoria Chaise longue di design si può davvero dare libero sfogo alla fantasia. Certo è che non tutti gradiscono arredi eccentrici, né tantomeno hanno gli ambienti adeguati per poterli ospitare. Esistono però modelli di questo tipo che non cedono il passo alla stravaganza, ma mantengono rigore e pulizia delle linee pur distinguendosi per stile e personalità. E’ il caso della chaise longue Stones Sleepers che grazie alla sua forma sinuosa garantisce comfort a chi vi si sdraia, proponendo un design moderno e mai “urlato”.

   

Chaise Longue richiudibile

Il modello richiudibile è ideale per chi ha poco spazio in casa e tante esigenze da soddisfare. 13 Casa, oggetto d’arredo componibile, può infatti variare forma con pochi e semplici gesti. Sgabello, Pouf rigido e chaise longue in uno, è facile da spostare e da lavare.

  

Chaise Longue retrò

Proprio come nei film anni 70 VIDA XL sedia sdraio rappresenta la vera incarnazione della chaise longue retrò. Unendo le gambe ed i braccioli in un design unico, con la tappezzeria in tessuto con effetto vintage di pelle scamosciata, questa elegante poltrona a sdraio è in grado aggiungere un tocco unico ad abitazioni e uffici.

Come scegliere la chaise longue perfetta

La chaise longue è uno degli elementi d’arredo più apprezzati in assoluto, adatta sia ad abitazioni dallo stile contemporaneo sia ad ambienti più classici. Questo perché vanta un gran numero di variabili, forme e modelli da valutare attentamente in base a determinati criteri.
E’ infatti fin troppo semplice dire “vorrei una chaise longue”, ma in che materiale? In che forma? Pelle o tessuto? Legno o ferro? Di design oppure no?

Non esiste una risposta che possa andare bene per tutti, la scelta infatti dipende perlopiù dall’ambiente in cui verrà ospitata e dall’uso che se ne intende fare. Ecco qualche consiglio.

La chaise longue permette di arredare con una certa allure sia un ambiente molto ristretto che un immenso salone, esattamente come la moda del momento impone. Sul mercato sono infatti disponibili modelli che variano da un minimo di 150 cm fino ai 4 metri, si parla di misure agli antipodi proprio per esemplificare la varietà di dimensioni disponibili in rete. Mentre le più piccole consentono ad una persona di sdraiarsi e di far sedere al massimo due o tre ospiti, con le più grandi è possibile far sedere fino ad otto persone. Un bel vantaggio quando si hanno molti ospiti ed un solo divano. Molto importante è anche la larghezza della chaise longue, mentre alcuni modelli consentono di sdraiarsi completamente altri permettono di distendersi con il busto sollevato. Probabilmente i primi saranno più adatti ad un salone, mentre i secondi ad una camera da letto o ad una stanza lettura.

Nella maggior parte dei casi le chaise longue sono realizzate in legno come nella più tradizionale delle versioni, ma esistono modelli anche in ferro, molto più costosi e difficili da spostare all’interno di casa. Questi ultimi si prestano soprattutto ad abitazioni spaziose ed in stile classico. Non mancano poi chaise longue di ultima generazione in bambù e in altri materiali in voga che però possono rientrare solo in ambienti di un certo tipo, magari consigliati da un interior designer per non correre il rischio di sfociare nel cattivo gusto.

La scelta più ardua solitamente sta però nel dover decidere se acquistare una chaise longue rivestita in tessuto o in simil pelle.
Inutile dire che l’opzione in vera pelle rimane in assoluto una scelta di stile assoluta, duratura nel tempo e mai banale, ma che a causa dei prezzi piuttosto elevati viene spesso scartata. Per questo la sfida è solitamente tra tessuto e simil pelle. Per chi ha un budget contenuto quest’ultima opzione può esteticamente rappresentare un’ottima alternativa, adatta anche agli ambienti più raffinati. Certo è che sarà più soggetta a graffi e al logorio del tempo.
Per chi invece predilige comodità e comfort allora l’opzione in tessuto è certamente quella più azzeccata, lavabile e talvolta anche sfoderabile, rappresenta il giusto compromesso tra stile e funzionalità.

L’imbottitura qualsiasi sia il rivestimento è solitamente composta da poliestere o gommapiuma, semplice da pulire e lavare con i moderni elettrodomestici.
Tra i vari tessuti non possiamo non citare il velluto e il suedinè, tanto raffinati quanto delicati. Li sconsigliamo in presenza di bambini piccoli o nel caso in cui l’utilizzo da parte di ospiti sia la regola piuttosto che l’eccezione. Questi tessuti sono particolarmente adatti ad ambienti in cui lo stile retrò la fa da padrona, spazi in cui possono davvero impreziosire e dare quel tocco di unicità in più, spesso abbinati alla palette della stanza.

Negli ambienti moderni, invece, è possibile azzardare di più, magari scegliendo un pezzo di design dalle insolite forme (Ne esiste una celebre versione a forma di scarpa), osando nelle linee e nei tessuti. Per chi non volesse esagerare, la chaise longue minimal dallo stile nordico, è sempre il giusto compromesso tra comfort e estetica.

Ricordate inoltre di lasciare almeno un metro attorno alla chaise longue, così che possa essere goduta ed ammirata in tutto il suo splendore.

 La chaise longue è davvero versatile e rappresenta un elemento d’arredo in grado di unire storia, estetica e funzionalità. Che sia in tessuto oppure dalle forme stravaganti, una volta provata non potrete più farne a meno. Avete già deciso dove posizionarla?