Prevendita FIFA 2020

L’uscita di FIFA 2020 sul mercato è uno degli eventi più attesi dagli appassionati del gioco. Oggi, in questo articolo, proveremo a rispondere alle tante domande e dubbi, su tutto quello che dovete sapere su FIFA 20.

Quando uscirà

Ancora manca qualche mese all’uscita di FIFA 2020, ma già l’attesa si fa accesa, tra i fan del gioco di EA Sports. Non c’è ancora una data ufficiale e il team di sviluppo di EA Sports ha ancora un bel po’ di lavoro da fare per correggere il tiro con il prossimo titolo della saga, ma sembrerebbe che come le versioni precedenti possa uscire a fine settembre. Il lancio globale sarà preceduto dalla demo, come sempre. Di solito i tempi della demo sono di circa due settimane prima dell’uscita di FIFA, quindi probabilmente intorno al 15 settembre. FIFA 2020 uscirà per PS4, Xbox One e PC. Con grossa probabilità anche la versione per Nintendo Switch sarà migliorata e implementata.
Nonostante EA Sports e Electronic Arts non abbiano ancora annunciato la sua uscita, FIFA 20 è una realtà. Probabilmente l’annuncio avverrà l’8 Giugno in occasione dell’EA Play 2019, la conferenza di Redwood City, durante l’E3 2019 di Los Angeles. Nella seconda giornata di fiera, l’8 Giugno, dovrebbe essere mostrato il primo teaser trailer, con le informazioni sul motore di gioco e le squadre sponsor del nuovo titolo di EA Sports. La prevendita, per chi possiede l’abbonamento EA Access dovrebbe iniziare prima.
Considerando che viene di solito pubblicato l’ultimo venerdì, la data d’uscita di FIFA 20 dovrebbe collocarsi il 27 settembre.

Caratteristiche e novità FIFA 2020

Cosa dovremmo aspettarci da FIFA 2020? Sicuramente maggiore dinamismo. Ad esempio, il meteo, che aggiungerà un nuovo livello di tattica al gioco. Nell’ipotesi di essere coinvolti da un temporale improvviso, tutto sarà più difficile. Sia in amichevole che nell’Ultimate Team. Di meteo variabile se ne parla da diversi anni, ma potrebbe essere giunto il momento.

Un’altra possibilità è la realtà virtuale, che potrebbe rendere ancora più avvincente la gara. Provate a immaginare: ancora più immersione alle partite, ancora più coinvolgimento. Certo, non dovrete aspettarvi che la realtà virtuale sostituisca i controller, almeno per il momento, soprattutto per via dei comuni problemi di lag. Si parla anche di aggiungere un tocco umano alla modalità “carriera” dei calciatori, che da FIFA 2018 è rimasta invariata. Si vocifera che potrebbero essere rivisti gli stipendi dei giocatori, premiando le loro performance con incentivi economici, come nella realtà. Altra aggiunta interessante potrebbe essere la modalità Club Creator, con cui il giocatore potrà creare la sua squadra prendendo il controllo su tutto, dal design delle maglie alla vendita dei biglietti fino allo stato psicofisico del calciatore.
Altra novità di cui si vocifera da un po’ è di una probabile ultima versione fisica del gioco. Infatti, sembra che dall’anno prossima EA potrebbe prendere in seria considerazione lo streaming online. Probabilmente questa novità sarà rappresentata da Stadia, il nuovo servizio streaming di Google che dovrebbe permettere ai videogiocatori di potersi divertire su qualunque dispositivo, sia esso una tv, un pc o un tablet, ovviamente a patto di disporre di una connessione stabile e veloce. Magari passando ad una modalità di abbonamento, aprendo alla possibilità che si passi da un ciclo di rilascio annuale a uno basato su sottoscrizione e aggiornamento online. Infatti, lo streaming sta prendendo piede anche nel mondo del gaming.

Inoltre, secondo quanto dichiarato da EA Sports, ci sarà un miglioramento nel posizionamento dei giocatori e aggiustamenti applicati al “ritmo e al flusso sul campo”.
La difesa manuale sarà enfatizzata, quest’ultimo cambiamento sarà sicuramente soddisfacente per coloro che scelgono tale sistema. Saranno anche presenti alcuni nuovi stadi, come quello di Norwich e Sheffield United, oltre a quello del Tottenham.

Anche le icone potrebbero subire qualche variazione. Infatti, come nelle ultime edizioni di FIFA, anche in quella 2020 ci saranno le cosiddette icone, le leggende del passato utilizzabili nella modalità FUT, FIFA Ultimate Team per rinforzare la propria squadra, o acquistandole con i soldi guadagnati dal team oppure vincendole come premi con le sfide SBC. In FIFA 19 erano 32 le icone presenti in tre differenti versioni e valori. In FIFA 2020 potrebbero aumentare, grazie all’inserimento di altri campioni del passato come Totti, Pirlo, Zidane e tanti altri.

Secondo gli esperti anche la modalità FUT, ovvero quella funzione che permette ai giocatori di creare una propria squadra e migliorarla grazie ai risultati sul campo e vincendo particolari sfide, potrebbe subire qualche variazione. Ma non è dato saperne di più.

Chi ci sarà sulla copertina

Nei giorni scorsi una fuga di notizie potrebbe aver anticipato chi, tra le star del calcio, potrebbe apparire sulla copertina ufficiale di FIFA 20. Secondo quanto dicono queste voci, riportate dal portale Game Reactor, si tratta dell’asso brasiliano Neymar, raffigurato mentre esulta dopo un goal.
Altro nome papabile è Mbappe, per la copertina di FIFA 20. Il calciatore è campione del Mondo e attuale capocannoniere della Ligue 1 con la maglia del PSG. Improbabile invece la presenza di Lionel Messi, che è diventato testimonial di Konami per PES.

Quanto costerà FIFA 2020

Nonostante non ci siano grosse informazioni su FIFA 2020 è molto probabile che il prezzo sia in linea con quello degli anni scorsi, a seconda delle varie piattaforme. È presumibile che la versione standard si aggiri tra i 50 e i 70 euro, mentre le edizioni speciali saranno attorno ai 90-100 euro. Le versioni per Switch e Legacy saranno probabilmente più economiche, dati gameplay e funzionalità ridotte.

FIFA 2020 EA Access

Chi è munito di un abbonamento EA Access, potrà godersi FIFA 20 per dieci ore, fino a una settimana di anticipo, rispetto all’uscita ufficiale del gioco. Lo stesso vale per il preordine: chi ha un abbonamento EA avrà la priorità, rispetto agli altri.

Licenze FIFA

Anche nella nuova edizione del gioco di EA Sports, così come nella precedente FIFA 19, ci sarà la Champions League in esclusiva. Insieme al maggiore torneo per club anche la Liga, così come la Bundesliga. Nessun problema per la Serie A, mentre la B non dovrebbe avere la licenza. Invece, la Serie C brasiliana potrebbe essere presente senza però i nomi dei giocatori reali.

Speriamo di aver soddisfatto tutte le vostre curiosità sull’uscita di FIFA 2020.

3/5 (2 Reviews)