I migliori purificatori d’aria

Un purificatore d’aria è un elettrodomestico fondamentale da avere in casa, soprattutto in cucina, quando si prepara da mangiare, o in ufficio. Ma a cosa serve un purificatore d’aria, come funziona, e soprattutto, come scegliere i modelli migliori e più giusti per le proprie esigenze? Oggi vi forniremo una guida pratica su tutto quello che dovete sapere.

Cosa è un purificatore d’aria e a cosa serve?

I purificatori d’aria funzionano ad energia elettrica e vengono utilizzati per filtrare l’aria nell’ambiente in cui vengono inseriti, eliminando i cattivi odori, ma anche eventuali batteri. In questo modo, l’ambiente in cui vengono utilizzati diventerà immediatamente più salubre.

Ne esistono tanti, diversi e di varie misure. Uno degli aspetti più interessanti, e utili, è che spesso si tratta di un prodotto che è possibile spostare facilmente da una stanza all’altra. Quindi potrete tranquillamente utilizzarlo dove preferite voi e dove ritenete sia più comodo.
Per raggiungere il suo obiettivo, un purificatore d’aria deve avere una ventola, l’aria viene aspirata e fatta passare all’interno di un filtro, presente all’interno dell’elettrodomestico, che serve per catturare i batteri o le particelle inquinanti. A questo punto, dopo essere state purificate, le particelle vengono immesse nuovamente nell’ambiente elevando il livello di salubrità. In alcuni purificatori esiste poi un “prefiltro” che cattura i peli e altre sostanze volatili che possono ostacolare il corretto funzionamento del sistema.

Quali sono i benefici

I benefici che potrete ottenere sono lampanti: aria più salubre e minore incidenza di allergie. Infatti, può accadere che all’interno di casa nostra l’aria sia inquinata da diverse cause: la vernice che ricopre le pareti, lo smog, se si vive in città o vicino ad una fabbrica, ma anche da fumi e altri elementi. Tutti fattori che possono portare, malauguratamente a sviluppare alcune forme allergiche.

Un depuratore pulisce l’aria della stanza in cui si trova e riduce l’esposizione a sostanze inquinanti che a volte si rivelano cancerogene.

Come scegliere un purificatore d’aria

Ci sono sicuramente alcuni aspetti da tenere in considerazione, come ad esempio che sistema di purificazione usa, oppure quali sono le prestazioni, quanto consuma o le funzioni che renderanno il suo utilizzo ancora più intuitivo.

Sistema di purificazione

Come dicevamo, i sistemi di purificazione dell’aria sono tanti e non tutti i filtraggi funzionano nello stesso modo. Ad esempio potrebbe funzionare tramite ionizzazione. Lo ionizzatore è infatti un piccolo dispositivo che, una volta montato dentro un purificatore, può ionizzare le molecole che compongono l’aria. Semplificando: le molecole vengono caricate di elettricità, e al tempo stesso viene prodotta una quantità maggiore di aria fresca, rispetto a quella in entrata.

Altra tipologia ancora di purificazione dell’aria è quella che funziona con il filtro HEPA. Si tratta di un dispositivo utilizzato per filtrare fino al 99,995% delle impurità. Per ottenere questo risultato viene utilizzato un sistema di foglietti filtranti composti da microfibre riunite in strati differenti, in grado di trattenere con eccezionale efficacia le particelle inquinanti.

Ci sono poi i carboni attivi che, grazie alla presenza di carbone attivo, assorbono sulla sua superficie porosa le particelle inquinanti di una corrente.
Se poi soffrite di alcune allergie ed esigenze particolari, potete utilizzare filtri specifici.

La potenza e i consumi

Questi due dati, come è facile intuire, sono strettamente correlati. Più è potente e più consuma. Ma non solo: i consumi sono dati anche dalla quantità di funzioni contenute. Quindi diventa di fondamentale importanza scegliere la classe energetica migliore e più alta. In questo modo potrete contenere i consumi finali. In linea di massima comunque, non preoccupatevi: un purificatore d’aria ha consumi modesti: di solito si aggira tra i 40 e i 50 watt.

Le funzioni utili

Le funzioni che può avere un purificatore d’aria sono tantissime, ma non tutte sono così fondamentali. Secondo noi, non dovrebbero mancare i comandi digitali che vi permettano di programmarli a seconda delle vostre necessità.
Altra funzione molto utile è quella che riguarda i sensori, che vi aiuteranno a capire se l’aria che stata respirando deve essere purificata.

I migliori modelli

Abbiamo individuato quali sono i migliori modelli, secondo noi, che uniscano buone prestazioni a prezzi contenuti.

Purificatore d’aria Dyson

Il primo purificatore d’aria che vi proponiamo è quello di Dyson Pure Hot+Cool che ha anche funzione di riscaldamento e ventilatore da tavolo. Si tratta di un prodotto intuitivo, semplice da utilizzare con telecomando o da app. Il purificatore ha un solo pulsante ON/OFF per accenderlo in modalità AUTO, ma senza app o telecomando non si può fare altro. Nella modalità AUTO potrete purificare in automatico quando necessario.

Anche il design è molto curato, perfetto per qualunque appartamento, senza bisogno di nasconderlo. Inoltre, è dotato di modalità “notte” che fa spegnere l’illuminazione del purificatore e non fa salire oltre il livello 4 la ventilazione, molto comodo se usato in camera da letto la notte.

Purificatore d’aria Xiaomi

Il purificatore d’aria di Xiaomi che vi suggeriamo è Mi Air Purifier 3H. Riesce a purificare l’aria dai pollini e dalle polveri, oltre che dai peli di animali. Inoltre, è compatibile con Google Assistance e Alexa. Può funzionare in modalità notte e riesce a coprire ambienti di 28 – 48 m². Inoltre, questo purificatore è dotato di filtro HEPA per eliminare il 99,97% di particelle fino a 0, 3 micron. I filtri HEPA sono così efficaci da eliminare il 99,97% di particelle di dimensioni 0,3 μm o maggiori già nel primo strato. L’aria diventa così pulita che può aiutare ad alleviare le allergie e i sintomi dell’asma.

Inoltre, il potente flusso d’aria raggiunge tutti gli angoli della tua stanza. Ispirato ai motori degli aerei, il sistema di pressione aerodinamico cattura l’aria dal basso e la espelle verso l’alto. I comandi dello smartphone consentono di accendere e spegnere da remoto, anche quando si è lontani da casa.
Per utilizzarlo in remoto si può usare l’app Mi Home.

Purificatore d’aria Philips

Infine, ultimo purificatore d’aria consigliato è questo Philips AC0820/10. Si tratta di un purificatore automatico intelligente, che rimuove il 99.5% di allergeni e particelle sottili. Le sue dimensioni sono compatte. Questo purificatore è dotato di un sensore intelligente aerasense, che tiene sotto controllo la qualità dell’aria. Rileva inoltre, in tempo reale, la qualità dell’aria, dando un feedback luminoso led colorato (blu=buona, rosso=scarsa). Grazie alla circolazione dell’aria 3d, è ottimo per la camera da letto o la stanza dei bambini. Pulisce 20 m² in meno di 16 minuti, grazie ad un sistema di filtri multipli: il purificatore è dotato di un prefiltro e di un filtro hepa per particelle e allergeni; certificato come antiallergenico ECARF (centro europeo per le allergie). Tra le funzioni disponibili ci sono: auto, turbo e notturna; in modalità notturna, le luci del display sono attenuate e funziona alla rumorosità minima, per pulire l’aria anche mentre si dorme.

Philips Qualità Aria AC0820/10 Purificazione Automatica Intelligente, Rimuove Allergeni e Particelle...
  • Purificazione automatica intelligente per...
  • Proteggiti da inquinamento e allergie:...

Speriamo che questo articolo vi sia utile per individuare il migliore purificatore d’aria per casa vostra.

Tutte le offerte di oggi -50% sconto!SCOPRI GLI SCONTI DI OGGI!
+