La migliore planetaria: ecco come sceglierla

La planetaria, o impastatrice planetaria, è un elettrodomestico da cucina che sicuramente sarà molto apprezzato da chi ama stare dietro ai fornelli e realizzare deliziosi manicaretti per amici e familiari. Ma come si sceglie una planetaria? E quali caratteristiche dovrebbe avere? Oggi tracceremo insieme l’identikit della planetaria migliore per le diverse esigenze, e vi forniremo un’utile guida all’acquisto. Ma partiamo dall’inizio.

Cos’è una planetaria ?

La planetaria è un elettrodomestico da cucina, che si può utilizzare per diverse tipologie di preparazione: dolci, torte, pasta fatta in casa, pane, pizza e focacce. Uno degli aspetti più interessanti, e apprezzati, della planetaria è che vi permette di fare in pochi minuti quello che potreste fare a mano, ma con un impegno molto maggiore di tempo, e soprattutto di fatica. La planetaria, a detta di tutti quelli che l’hanno usata, almeno una volta nella vita, cambia il modo di vivere in cucina. Ma è vero che si tratta di un mondo incredibilmente vasto. I modelli sono tanti, diversi in base all’uso che se ne intende fare, e che possono anche costare diverse centinaia di euro. Alcuni modelli addirittura più di mille.  Se vuoi scoprire le migliori impastatrici leggi il nostro articolo
La planetaria è composta da un cestello dove si mettono gli ingredienti necessari all’impasto: uova, acqua, farina, lievito, cacao, sale e zucchero, e un’altra parte dove vengono agganciati vari tipi di fruste.

Perché acquistare una planetaria

Una planetaria sarà un ottimo acquisto se vi piace farvi il pane fatto in casa (scopri le migliori macchine per fare il pane), o preparare impasti per la pizza digeribili. Inoltre, in pochissimo tempo potrete anche fare dolci di qualunque genere, come torte e biscotti. Quindi se siete dei cuochi provetti, o volete diventarlo, ma con meno fatica, la planetaria sarà l’elettrodomestico giusto per voi.
Altro aspetto positivo della planetaria è che non sporca, perché tutto l’impasto rimane racchiuso all’interno della ciotola. Inoltre, in alcuni modelli è possibile anche applicare un coperchio. E per pulirla, sarà sufficiente sciacquare la ciotola in acciaio, la frusta utilizzata e l’eventuale coperchio, anche in lavastoviglie.

Come sceglierla

Sicuramente il primo criterio di scelta deve essere l’uso che se ne intende fare. A cosa vi servirà la planetaria? Se la vostra idea è di preparare una buona pizza o del pane fatto in casa per voi e la vostra famiglia, tutte le planetarie di bassa e media categoria permettono di lavorare fino a 500 grammi di farina. Quelle di fascia alta invece permettono di fare molto di più, e lavorare anche quantità maggiori. Un altro criterio ancora è la dotazione che avrete insieme alla planetaria. Alcune non hanno nessun accessorio aggiuntivo, come ad esempio le fruste di ricambio. Altre invece sono dotate di tanti accessori, e possono diventare frullatore, spremiagrumi, tritatutto e chi più ne ha più ne metta. La versatilità di una planetaria può fare la differenza, magari anche per voi. Una planetaria, dovendo svolgere un duro lavoro, ha di solito un motore molto potente.

Questo, se abbinato agli accessori giusti, può diventare un punto di forza. Ad esempio, alcune planetarie possono essere utilizzate anche per tirare la pasta. Alcune possono diventare anche tritacarne,  passaverdura, oppure gelatiera.

Una planetaria vi risparmierà molta fatica e in alcuni casi dovrà lavorare anche per 30 minuti consecutivi, come nel caso del pane, della pizza, o della pasta all’uovo, che richiede grande energia. Quindi anziché un elettrodomestico che consuma poco, come accade nella maggior parte dei casi, sarà più importante scegliere un elettrodomestico con una maggiore potenza.

Una planetaria poco potente sforzerà da subito il motore, causando guasti o comunque risultati non all’altezza delle vostre aspettative. Per valutare la potenza giusta vi consigliamo di dare un’occhiata alla scheda tecnica dell’elettrodomestico. Di solito la casa produttrice riporta le informazioni relative ai quantitativi massimi di impasto che il motore può lavorare in una sessione.

Altro criterio di scelta è la capacità del cestello, perché vi indicherà la massima quantità di ingredienti che si possono utilizzare in una volta sola. Si tratta di un parametro importante, ma anche in questo caso, dipende dalla potenza. Assicuratevi sempre che la quantità di impasto che la vostra impastatrice consente di lavorare sia adeguato alle dimensioni della vostra famiglia. Se la vostra è una famiglia numerosa è importante che scegliate una impastatrice con una capienza superiore la media. Se state pensando di fare l’impasto per il pane, 500 gr per 4/5 persone non sono sufficienti.

Molto importante è anche la resistenza. Infatti, quello della planetaria è un lavoro duro, ed è importante che sia il motore che la struttura non si surriscaldino e non si usurino in fretta. La cura nei dettagli e nei materiali di costruzione è fattore necessario per un acquisto soddisfacente. Ovviamente, superfluo dirlo, ma le marche più famose hanno una marcia in più.

Altro aspetto da non trascurare, nella vostra scelta, è la velocità. Infatti, ogni tipo di impasto ha una diversa velocità. Gli impasti più lenti sono quelli per pasticceria, dove gli ingredienti vanno incorporati lentamente senza causare perdita di volume, poi ci sono gli impasti per pane e pizza che richiedono velocità. In altri casi, l’impasto deve stare a riposo per un certo intervallo tra due lavorazioni. Quindi fate sempre attenzione a quante velocità offre l’impastatrice. Più ce ne sono e meglio è, perché vi permetteranno di eseguire diverse tipologie di preparazione.

Le fruste

Le fruste di una planetaria meritano un capito a parte. Infatti sono uno dei criteri principali  nell’acquisto di una impastatrice. Esistono vari tipi di ganci, o di fruste. Non devono mancare la frusta a K e la frusta a gancio, che vengono usate per gli impasti più o meno morbidi. Inoltre, una buona planetaria dovrebbe avere in dotazione anche una frusta a filo per montare gli impasti più morbidi, come ad esempio le meringhe o la panna montata. Ricordate sempre che acquistare gli accessori a parte può essere piuttosto costoso.

Diverse tipologie di planetaria

Quella più utilizzata, e acquistata, è l’impastatrice planetaria. Funziona grazie alle fruste, che ruotano su se stesse, proprio come la terra ogni giorno, e attorno al punto centrale. Da questo movimento, il nome planetaria. Questo tipo di planetaria permette di ottenere un impasto più omogeneo. Tra la diverse tipologie di planetaria c’è quella con motore a presa diretta. Di solito questo tipo di planetaria ha un aspetto un po’ vintage. La frusta è agganciata direttamente al motore. Questo permette di ottenere lo stesso risultato di altre impastatrici, ma con un minore numero di Watt e quindi un minore spreco di energia. Altra tipologia di planetaria è quella con gli ingranaggi. Al contrario di quella a presa diretta, fruste e motore non sono direttamente collegati. Occorreranno più watt per farla funzionare, ma il motore verrà salvaguardato più a lungo.

Ci sono poi le planetarie a spirale, che vengono utilizzate soprattutto a livello industriale. In queste la frusta è a forma di spirale e quindi crea delle trazioni laterali molto potenti.

I prezzi di una planetaria

Fino a qualche anno fa, acquistare una planetaria era solo per pochi eletti. Erano di solito i forni, le pizzerie o chi cucinava per professione a potersela permettere. I prezzi erano alti e proibitivi, ma oggi fortunatamente non è più così. Esistono tantissime planetarie vendute per uso domestico, a prezzi davvero interessanti. Questo, assieme alla facilità con cui permette di realizzare tantissime pietanze diverse, ha contribuito al suo successo.
Un consiglio spassionato è quello di fare sempre molta attenzione al modello meno costoso. Spesso si tratta anche di un modello di scarsa qualità, che viene messo in un angolo dopo pochi utilizzi.

Una buona impastatrice planetaria non può costare troppo poco, ne va della qualità dei materiali, che devono invece essere piuttosto resistenti, visto il lavoro di forza che andrà a fare. I motori delle impastatrici economiche, spesso vanno sotto sforzo e possono guastarsi nell’impastare ingredienti troppo duri. Siccome anche in cucina la sicurezza è un tema importante, è importante che non vi troviate mai di fronte ad un motore fumante, che vi costringerebbe a buttare via tutta la vostra planetaria nella sua interezza. Un elettrodomestico troppo economico non vi permetterà mai di realizzare delle morbide creme.

Le cinque migliori planetarie

Abbiamo selezionato per voi quelle che secondo la nostra esperienza sono le migliori planetarie presenti sul mercato, per un rapporto qualità prezzo.
La prima che vi suggeriamo è Kitchenaid 5K45SSEWH, bianco. Piacerà a tutti gli appassionati di cucina, grazie alle sue multi-funzioni. Si tratta di una perfetta combinazione di efficienza, design e robustezza. Il design è arrotondato e in metallo. Permette di miscelare con movimento planetario, e ha una capacità di impasto massima di 1 Kg di farina bianca o 840 gr di farina integrale. Tra gli accessori che avrete in dotazione ci sono: frullatore, frusta a filo, gancio, impastatrice, ciotola 4, 28 L. Altri accessori opzionali, sempre in dotazione, sono: l’apriscatola, il coperchio ciotola, una ciotola da 3 litri, una custodia per la planetaria, uno spremiagrumi e alcuni cilindri opzionali per gratuggiare e sminuzzare.

Promo
KitchenAid 5K45SSEWH robot da cucina classico, 10 velocità, 4.3 L, Bianco
  • 10 velocità disponibili
  • 4 accessori disponibili
  • Ciotola di 4.3 L in acciaio inossidabile

Altro prodotto che vi consigliamo è Cookmii. Un’impastatrice planetaria professionale, da 1800W, con capacità 7,2 lt, a 6 velocità. Si tratta di un elettrodomestico particolarmente silenzioso. E’ molto professionale e vi permette anche lavorazioni molto lunghe. Inoltre, è dotato di uno speciale design di raffreddamento. Può funzionare ininterrottamente per più di 30 minuti alla volta. Potrete poi lavarlo in lavastoviglie, insieme a tutti i suoi accessori, e come tutti i prodotti Cookmii ha 2 anni di garanzia.

Promo
Cookmii Impastatrice Planetaria Professionale, 1800W Capacità 6,5 litri, 6 Velocità, Elegante Nero
  • Facile utilizzo : Planetaria impastatrice...
  • Stabilità e basso rumore: Il impastatrice...
  • Semplice da Usare: Tutte le parti sono...

Un prodotto molto valido è anche la planetaria Kenwood MultiOne. Si tratta di un’impastatrice planetaria e robot insieme per impastare e lavorare gli ingredienti con grande facilità e in pochissimo tempo. La sua potenza è di 1000 W per preparare qualsiasi piatto. In dotazione, oltre alla grande ciotola in acciaio, avrete tre ganci di miscelazione, food processor con gruppo di lame, tre dischi e spremiagrumi, tritacarne, centrifuga, frullatore in vetro da 1,2l.

Kenwood KHH326WH MultiOne Impastatrice Planetaria, 1000 W, Plastica, Bianco
  • Impastatrice planetaria e robot insieme per...
  • Due zone distinte: una per impastare e una...
  • Potenza di impasto 1000 W e ciotola in...

Un’ottima planetaria, che offre un buon rapporto qualità prezzo, è quella di Kenwood. Modello KVL4170S, con frullatore e tritacarne, color grigio argentato. Al suo interno troverete, in dotazione, un kit di miscelazione composto da frusta K, gancio impastatore, frusta a filo, frullatore in vetro e tritacarne e un utile ricettario e 10 lezioni gratuite di cucina online a tua scelta tra i corsi Premium.

Promo
Kenwood KVL4170S Chef XL, Impastatrice Planetaria, 1200 W, 6.7 litri, 8 velocità, Acciaio...
  • Struttura in metallo pressofuso e finitura in...
  • Motore con 1200 W di potenza per una azione...
  • La capiente ciotola in acciaio inox da 6.7 l...

Ultima planetaria è quella di Kenwood, KM283 Prospero. Si tratta di un’impastatrice planetaria, da 900 W, con capienza di 4,3 Litri. E’ composta da una ciotola in acciaio inox da 4,3 litri ed è dotata di tre diverse velocità di lavorazione: alta, media e planetaria. Il design compatto vi permetterà di occupare meno spazio sul piano di lavoro e lasciarvi tutta la possibilità di muovervi liberamente, anche se la vostra cucina è di piccole dimensioni. Nella dotazione sono inclusi: tre utensili di miscelazione ed impasto ovvero una frusta a K, il gancio impastatore e la frusta a filo. Inoltre, dispone di frullatore in vetro da 1,2 l, food processor con lame in acciaio inox, tre lame a disco per affettare/sminuzzare grosso e fino/grattugiare e un accessorio spremiagrumi.

Kenwood KM283 Impastatrice Planetaria, 900 W, Acciaio/Vetro, capacità max. di 4.3 litri, Argento
  • Impastatrice con movimento planetario da 900...
  • Recipiente in acciaio inox con capacità max....
  • 3 diversi attacchi per gli accessori per 3...

Speriamo che questo articolo vi possa essere utile nella scelta della vostra planetaria.

5/5 (4 Reviews)