Miglior Pulsossimetro

Un tempo questo attrezzo veniva utilizzato solo ed esclusivamente nei reparti ospedalieri, o dalle unità di pronto soccorso. Oggi è invece entrato nelle case di tutti noi. Il pulsiossimetro è un oggetto fondamentale per chi vuole tenere controllata la propria salute. Si può tenere in casa e utilizzarlo, con estrema facilità prima o dopo lo sport per controllare il proprio stato fisico, ma non solo. Esattamente: che cos’è un pulsossimetro e a cosa serve? Oggi vi forniremo una interessante guida all’acquisto, con i migliori modelli che abbiamo individuato.
Continuate a leggere per saperne di più.

Che cos’è il pulsossimetro

Noto con diversi nomi il pulsossimetro, o saturimetro anche ossimetro, è un dispositivo medico portatile, di piccole dimensioni, che serve per misurare la saturazione di ossigeno nel sangue e la frequenza cardiaca. Si applica sulla punta del dito, sull’unghia, e misura la saturazione dell’emoglobina tramite un fascio di luce che deve colpire il sangue sottocutaneo e quindi illuminare i vasi superficiali. È per questo motivo che la maggior parte dei dispositivi di rilevazione del valore detto SpO2 si posiziona al dito, al massimo al lobo dell’orecchio. In questi punti lo strato di pelle è sottile e i capillari sono subito visibili.

A cosa serve

Viene utilizzato in diversi contesti: dallo sport, al monitoraggio di alcune patologie respiratorie, fino ad arrivare all’uso casalingo di monitoraggio di ossigeno nel sangue e misurazione del battito. Inserendo il dito all’intero della “pinza” in pochi secondi vi fornirà una lettura della saturazione di ossigeno nel sangue e la frequenza del polso.
Infatti, l’emoglobina, essendo legata a un gas, ovvero all’ossigeno, ha una risposta standard e misurabile semplicemente osservandone la reazione quando è attraversata da un fascio di luce. Così, il pulsossimetro si basa sulla capacità di stabilire il grado di ossigenazione nel sangue emettendo due fasci di luce attraverso due diodi che vanno dal rosso all’infrarosso. In questo modo una fotocellula riceve l’informazione sulla lunghezza d’onda che in quel determinato momento ha l’emoglobina.

Quali sono i valori ottimali

Il pulsossimetro misura la differenza di assorbimento di luce tra la molecola di emoglobina ossigenata e quella deossigenata e la saturazione del sangue in relazione a livelli normali, considerati tra il 95 e il 100% di saturazione. I livelli di saturazione inferiori al 92% sono considerati invece al di sotto della media.
Provate il vostro pulsossimetro e verificate l’accuratezza dei suoi risultati, confrontandole in diversi momenti della vostra giornata, prima o dopo uno sforzo fisico o in uno stato di totale tranquillità. In questo modo è possibile confrontare le letture ed essere sicuro di scegliere un dispositivo preciso. Mentre lo utilizzate evitate i movimenti bruschi, per non alterare la misurazione. Infatti, il pulsossimetro rileva la lunghezza d’onda prodotta dalla luce che colpisce il sangue: un movimento accidentale può compromettere la precisione della misurazione.

Alcuni possibili errori di valutazione

Uno degli errori di valutazione più comuni che possono verificarsi con il pulsossimetro sono legati a movimenti bruschi effettuati durante la misurazione perché, come dicevamo, possono alterare i risultati. Altro aspetto da tenere in considerazione è lo smalto. Infatti ci sono smalti scuri, come il nero o il verde o il blu, che possono schermare il fascio luminoso e rendere inefficace la misurazione.

Diverse tipologie di pulsossimetro

Il pulsossimetro può essere di varie tipologie, adatte a qualunque esigenza. Ci sono pulsossimetri con clip e schermo, tutto in uno. Sono quelli più comuni, pratici da usare e da portare in giro. Lo schermo è piccolo, e alcune persone potrebbero avere problemi a leggere. Altri modelli ancora invece hanno lo schermo sul cinturino e la clip da dito. In questo caso le unità sono due, e lo schermo sarà un po’ più grande e quindi più facile da leggere. Inoltre, questo dispositivo, tende ad avvolgere in maniera più stretta il dito, quindi probabilmente si potrebbero ricevere delle letture più accurate mentre si indossa la clip, specialmente durante le ore di sonno.
Ci sono poi altri modelli ancora con schermo portatile, più simili a quelli professionali. La clip dal dito si collega ad un dispositivo portatile tramite un filo e i dati vengono monitorati tramite un monitor che ha le dimensioni di uno smartphone.

Come sceglierlo

L’importante, quando si sceglie un pulsossimetro, è che permetta di ottenere verifiche e analisi precise dei risultati. Se acquistate un pulsiossimetro per uso medico, assicuratevi che sia approvato dalle autorità sanitarie del vostro paese.
Non tutti i pulsossimetri hanno le stesse funzioni o gli stessi indicatori. Bisogna però tenere in considerazione l’uso che intendiamo farne. Una caratteristica importante che dovrebbe avere un pulsossimetro, se avete deciso di acquistarlo online, è una buona garanzia, così come la reputazione del venditore e dell’azienda produttrice, che potrete verificare leggendo le recensioni, la spedizione rapida e il servizio al cliente.

Ci sono quelli con l’indice di perfusione, il pletismografo o il display a colori. Altro dato che il pulsossimetro può rilevare e il battito cardiaco, misurando la frequenza e, in alcuni dispositivi, la curva pletismografica, cioè l’andamento delle pulsazioni visualizzate graficamente in forma di onda. Il dato così è più intuitivo ed è facile individuare se ci sono aritmie o altre anomalie.

Ci sono poi dispositivi con uscita USB che possono trasporare questi grafici sul pc e vi permetteranno di scaricarli in formato digitale, in modo da tenerli sotto controllo. Alcuni modelli sono dotati di funzione memoria e potrete quindi memorizzare le misurazioni effettuate precedentemente per seguirne lo sviluppo.
Se poi intendete utilizzarlo anche per i bambini, sceglietene uno che abbia accessori appositi che potranno trasformare il vostro pulsossimetro in un prodotto pediatrico. La fascia d’età è importante, nella scelta. Infatti, se il pulsossimetro potrà essere utilizzato con il dito di un adulto o anche con quello di un bambino per poter rilevare i dati corretti del sangue, è un importante indicatore, per la vostra scelta.

Anche la presenza di un allarme acustico, può fare la differenza. Infatti, ci sono alcuni modelli che vi avvertono qualora un valore fosse fuori dalla norma, con un allarme acustico. In questo modo la vostra attenzione verrà attirata e potrete controllare la natura del problema.
Oltre alle funzioni, un criterio di scelta per il vosto acquisto potrebbero essere le dimensioni. Infatti, se è di piccole dimensioni potrete facilmente portarlo dove volete. L’importante, in questo caso, è che sia leggero e di piccole dimensioni. Tenete però in considerazione che, se le dimensioni sono troppo piccole, anche quelle dello schermo lo saranno e quindi potrebbe essere meno leggibile. Il pulsossimetro non consuma molta energia, quindi la maggior parte dei dispositivi utilizza batterie AAA, esistono però modelli con batterie speciali che hanno un’autonomia ancora maggiore e possono durare anche fino a trentra ore. Questi possono essere utili per tracciare le misurazioni e raccogliere i dati di una giornata intera.

I migliori modelli

Il primo pulsossimetro che vi consigliamo è questo di FKANT. Si tratta di un pulsossimetro da dito professionale con quattro direzioni regolabili, display OLED a due colori, misurazione SPO2 (± 2%, 70% ~ 99%), frequenza cardiaca (± 1 BPM 30 BPM ~ 240 BPM) e indice di perfusione (± 1%). I pulsossimetri professionali FKANT, che si concentrano sulla salute, aumentano la visualizzazione dell’indice di perfusione (± 1%). Il prodotto viene fornito con un cordino portatile, in modo che possiate portarlo ovunque, e rilevare la vostra salute in qualsiasi momento. Per utilizzarlo sarà sufficiente premere il pulsante di accensione, inserire il dito nei rispettivi ossimetri, per circa 8 secondi verranno visualizzati i dati di misurazione. Per il risparmio energetico, si spegnerà automaticamente in 8 secondi quando nessun dito è nel prodotto. Questo prodotto è approvato dalla FDA ed è un modo semplice e affidabile per ottenere letture istantanee della saturazione di ossigeno, e dell’indice di frequenza cardiaca.

Pulsossimetro da dito professionale 4 direzioni regolabili, display OLED a 2 colori,misurazione SPO2 (±...
  • 1. Per offrirti un servizio migliore, ti...
  • 2. Per offrirti un servizio migliore, ti...

Un ottimo pulsossimetro è quello di Kungfuren. Si tratta di un pulsossimetro da dito, OLED Fingeroximeter, con saturazione dell’ossigeno e misurazione con allarme. Questo pulsossimetro da dito utilizza il sensore di accelerazione e vi permetterà di visualizzare con precisione i valori relativi entro 6 secondi. Dopo la misurazione si spegne automaticamente entro 8 secondi. Inoltre dispone di una funzione di allarme intelligente che vi avvisa automaticamente che dovresti essere cauti quando i numeri sono troppo bassi. Il display mostra la frequenza cardiaca, SpO2, cardiofrequenzimetro e la forma dell’onda. Funziona con un solo pulsante e indicatore di livello della batteria, inoltre può essere ruotato di 360 gradi per soddisfare le vostre esigenze. Può essere utilizzato su persone anziane, adulti, atleti, donne incinte e chiunque voglia conoscere i valori di SpO2 e la frequenza cardiaca.

kungfuren Pulsossimetro da dito, OLED Fingeroximeter saturazione dell'ossigeno Misuratore Dito con...
  • 【 Preciso e rapido】 Il pulsossimetro da...
  • 【 Pettinate per la vostra salute】Il...

Ottimo anche il pulsossimetro da dito DRhomehouse con display digitale a LED e misurazione della frequenza del polso e dell’ossigeno nel sangue. Il display digitale a LED mostra chiaramente i livelli di saturazione di ossigeno nel sangue, la frequenza del polso e la forza. Progettato per gli appassionati di sport o chiunque sia interessato a misurare i livelli di saturazione di ossigeno nel sangue e la frequenza del polso.

DRhomehouse Pulsossimetro da Dito, Pulsossimetro Display Digitale a LED per misurazione della frequenza...
  • Accomoda unampia gamma di dimensioni delle...
  • Misurato dopo un po di riposo se hai fatto un...

Quello proposto da Beurer PO 40 è un pulsossimetro per il monitoraggio della saturazione di ossigeno nel sangue, battito cardiaco e indice di perfusione. La misurazione è facile e non invasiva. Si tratta di un prodotto particolarmente indicato anche per chi pratica sport in altitudine come scalatori, sciatori o ciclisti. Il display a colori con luminosità regolabile e avviso in caso di anomalie di misurazione vi mostra anche un grafico del vostro battito cardiaco, oltre alla necessità di sostituire le batterie. Questo pulsossimetro è inoltre dotato di spegnimento automatico. Vi arriverà a casa con marsupio, cinturino e batterie incluse nella confezione.

Speriamo che questo articolo vi sia stato utile per individuare il pulsossimetro più adatto a voi e alle vostre esigenze.