La migliore affettatrice: prezzi, opinioni e offerte

Oggi entreremo nel grande mondo delle affettatrici con la nostra  guida all’acquisto. Nonostante si possa pensare il contrario, l’affettatrice è uno tra gli strumenti più utili che si possano trovare in cucina.

Chi lavora nei ristoranti, nei bar sa benissimo che la propria affettatrice professionale è l’amica della quale non si può proprio fare a meno. È, infatti, in grado di affettare carne, salumi, formaggi e verdure con una precisione assoluta e una velocità straordinaria.

Non sono, invece, molte le persone che decidono di acquistare un’affettatrice per la casa. Si pensa a questi elettrodomestici come qualcosa non indispensabile, ma chi ha provato il sapore intenso di un salume appena affettato, sa che non è lontanamente paragonabile al gusto degli affettati confezionati del supermercato.

Per questo motivo le affettatrici sono il giusto acquisto sia per i professionisti della ristorazione, sia per gli amanti del buon cibo.

Perché comprare un’affettatrice?

Come già accennato, il gusto di un prosciutto o un salame appena affettato è qualcosa di straordinario. Niente a cui vedere con gli affettati in scatola che si comprano nei supermercati: spesso insapore, secchi, duri ed eccessivamente costosi. Una fetta di salame appena tagliato, invece, si scioglie sul palato ed ha un sapore intenso da acquolina in bocca.

Inoltre, vogliamo paragonare le fette di salame tagliate a mano con quelle fatte con l’affettatrice? Spesso ci cimentiamo a tagliare un salume con il coltello, ma il risultato è disastroso: fette troppo larghe, irregolari, rovinate e, in definitiva, impresentabili.

Se si invitano a casa parenti ed amici si ha il piacere di servire piatti e cibi non solo buoni, ma anche belli da vedere. Un bel piatto di salumi appena affettati, sottili, regolari e tutti della stessa forma vi farà sicuramente fare una bella figura.

Certamente potete andare ogni giorno dal salumiere sotto casa, e comprare salumi ed insaccati appena affettati, ma perché perdere tempo e denaro?

Un’affettatrice nel tempo, porta anche un notevole risparmio economico. Le salumerie sono molto care, e di questi giorni, riuscire a risparmiare sulle spese quotidiane è un vantaggio che non può essere sottovalutato.

Qualità e risparmio due ottimi motivi per considerare l’acquisto di un’affettatrice.

Come scegliere un’affettatrice

 
Se siete arrivati su questa pagina è perché volete o avete anche solo la vaga idea di acquistare un’affettatrice. Probabilmente sarete un po’ confusi su quale prodotto concentrarvi ed è assolutamente comprensibile siccome sul mercato esisto un’infinità di modelli diversi divisi per fascia di prezzo e per utilizzo. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

Innanzitutto, per essere di buona qualità e risultare un acquisto vincente, un’affettatrice deve avere alcune caratteristiche fondamentali:

  • Esistono affettatrici di fascia bassa con corpo in plastica, ma le migliori sia da casa, sia professionali sono quelle in metallo acciaio inox.
  • Un’affettatrice professionale o no, deve avere un motore abbastanza potente da far girare la lama senza che però l’apparecchio si “stanchi”. Inoltre, più è potente e più la lama è di qualità, più la resa del taglio è migliore. Solitamente un motore non deve scendere sotto i 100W.
  • L’affettatrice deve possedere sistemi di salvavita e pulsati per l’interruzione immediata della lama. Questo per ovvi motivi di sicurezza. Si tratta di uno strumento intuitivo, facile da usare, ma che va comunque maneggiato con attenzione perché molto tagliente.
  • Non da sottovalutare è la possibilità di smontare facilmente gli elementi dell’affettatrice in modo da riuscire a pulirla ed igienizzarla a fondo.

Esistono poi diversi tipi di affettatrice a seconda del funzionamento:

  • Affettatrice elettrica. Questo moderno tipo di affettatrice è dotato di un motorino interno che consente alla lama di girare automaticamente con diverse velocità. Questo perché la velocità deve essere determinata in base al salume o ad altri alimenti che si andranno ad affettare. È indubbiamente la scelta migliore per tutti quelli che non hanno molta praticità; bisogna, però, fare attenzione a prendere un’affettatrice di qualità altrimenti il motore è soggetto a surriscaldamento e bisogna interrompere il lavoro per permettergli di raffreddarsi e funzionare nuovamente come si deve.
  • Affettatrice manuale. Questa è solitamente la scelta degli esperti nel settore ed è il tipo di affettatrice più tradizionale. Detta anche affettatrice a volano, proprio perché dotata di un volano che mosso dal salumiere fa girare la lama alla velocità stabilità. È piuttosto complicata da utilizzare e richiede molta esperienza per riuscire a far muovere la lama ad una velocità costate e corretta in relazione al salume tagliato.
  • Affettatrice verticale. Queste hanno una lama posta verticalmente e anche queste vengono usate in ambito professionale. Le fette di salumi tagliate vanno raccolte con strumenti appositi e messe sul piatto o nelle vaschette salva freschezza.
  • Affettatrici a gravità. Il funzionamento è simile a quelle verticali, ma in questo casa sia il piano d’appoggio sia la lama è inclinata per far si che le fette cadano direttamente sul piatto o nella vaschetta una volta tagliate

Un altro fattore da considerare è la grandezza. Esistono affettatrici di ogni dimensione. Da quelle più piccole che stanno comodamente in un angolo dei ripiani della cucina, fino a quelle professionali dalle grandi dimensioni che solo l’ampia cucina di un ristorante o il bancone di un salumiere possono permettersi.

Come ben vedete, esistono tantissime diverse caratteristiche da prendere in considerazione per fare la scelta giusta.

Proprio per questo motivo, prima di passare all’acquisto, bisogna capire che uso se ne vuole fare, al fine di comprare la migliore affettatrice per le tue esigenze, senza andare a spendere soldi inutilmente per un prodotto di fascia troppo alta, o senza rischiare di comprare un’affettatrice troppo difficile da usare.

Per capire di cosa avete bisogno possiamo dividere le affettatrici in tre categorie principali: affettatrice per casa, affettatrice professionale, affettatrice mini/portatile.

Affettatrice per casa


Quando si va a scegliere un’affettatrice per casa bisogna considerare la frequenza con la quale verrà utilizzata.
Ovvero bisognerà considerare se siete dei veri e propri amanti degli insaccati e salumi di cui non potete fare a meno neanche un giorno della settimana, oppure se è un antipasto che gradite, ma con moderazione una volta ogni tanto.

A seconda di qual è la vostra risposta potete indirizzarvi o su affettatrici molto economiche (attorno ai €100) con corpi in plastica e motori meno potenti (non andate sotto i 100W), o su affettatrici semi-professionali (circa €300/400) completamente in acciaio inox e con motori capaci di affettare molti salumi senza surriscaldarsi.

Se avete già esperienza potreste anche considerare un’affettatrice a mano. Ma ricordate che bisogna essere molto abili.

Cercate di prediligere un’affettatrice dalle dimensioni ridotte in modo da poterla posizionare in cucina senza alcuna difficolta, e che si possa smontare facilmente per pulirla accuratamente.

[amazon bestseller=”affettatrice da casa” items=”3″ template=”table”]

Affettatrici professionali

Le affettatrici professionali hanno costi molto più elevati (a partire da €900), ma sono consigliate solo ad esercizi commerciali che devono affettare grandi quantità si salumi ed insaccati quotidianamente. Anche in questo caso esistono manuali ed elettriche; la scelta rimane la vostra. C’è chi predilige tagliare a mano per una qualità ricercata nei minimi dettagli; e chi preferisce la rapidità e la comodità di quelle elettriche senza, però, andare a perdere in qualità.

Fatevi alcune domande prima di scegliere: dovrò affettare salumi per ore e ore consecutive durante la giornata o 10 minuti prima e 10 minuti più tardi? La mia clientela è ricercata e quindi paziente nell’aspettare al fine di avere un prodotto più ricercato, oppure vuole entrare in negozio ed uscire dopo pochi minuti? Sono abbastanza abile con l’utilizzo a mano delle affettatrici, oppure no?

Una volta risposto saprete su quale affettatrice professionale dovrete indirizzarvi.

[amazon bestseller=”affettatrice professionale” items=”3″ template=”table”]

Affettatrici portatili

Le affettatrici portatili, anche dette mini, sono l’ideale per chi deve affettare salumi saltuariamente e ha l’esigenza di dimensioni molto ridotte. Inoltre, sono la scelta giusta se volete la possibilità di portarle in giro.

Una situazione classica che necessita una di queste affettatrici è la festa o la cena a casa di amici. Avete la responsabilità di preoccuparvi dell’antipasto? Portatevi salumi ed insaccati e affettateli sul momento. Farete un figurone!

Queste affettatrici sono leggere, piccole e molto spesso pieghevoli. I prezzi partono da €30.

Non aspettatevi la precisione di un’affettatrice professionale, o semi-professionale da casa, ma fanno il loro lavoro e la bontà di un prosciutto appena tagliato non ve la toglierà nessuno.

[amazon bestseller=”affettatrice portatile” items=”3″ template=”table”]

 

Affettatrici a volano

Ciò in primis che differenzia le normali affettatrici da quelle a volano è sicuramente il design. Esse, infatti, sono ispirate ad un gusto retro’ che ricorda i tempi passati, un design cosiddetto vintage. Il taglio che viene fatto con questo modello di affettatrici ricorda molto il taglio artigianale, dal momento che la loro azione è del tutto manuale.

Siccome è un modello, per così dire antico, sul mercato se ne possono trovare di moltissimi tipi. Alcune, in particolare le più datate, possono tranquillamente essere ristrutturate se non dovessero più essere in grado di svolgere la loro funzione alla perfezione. Allo stesso tempo, si possono acquistare i nuovi modelli che, nonostante siano più moderni, non perdono assolutamente l’impatto meraviglioso del design vintage. Entrando più nell’ambito tecnico, queste macchine possono essere definite di ottima qualità e tra le loro principali caratteristiche c’è la resistenza, la funzionalità e la solidità.

Come funzionano le affettatrici a volano?

Sostanzialmente il cosiddetto volano, da cui prende il nome lo stesso modello, non è altro che una manopola che permette al carrello di scorrere verso la lama. La manopola è un vero e proprio cerchio dal quale sporge una maniglia che, ruotandola in senso orario, permette all’affettatrice di eseguire il suo lavoro. Ciò avviene grazie alla presenza di un piatto, sul quale è appoggiato il prodotto da affettare, che va a scorrere sul carrello per poi incontrare la lama. Il plus del volano è quello di creare un taglio preciso e del tutto artigianale, questo perchè, funzionando solo con il movimento manuale, non vengono mai raggiunte velocità elevate e quindi consentono un ottimo taglio.

Sono ottime affettatrici per salumi particolarmente pregiati e di qualità. Infatti, le affettatrici industriali, se costantemente in funzione, provocano un surriscaldamento della lama, che, quando va ad affettare il salume, ne potrebbe alterare il gusto. Al contrario, grazie alla lentezza delle affettatrici a volano, il rischio che la lama si surriscaldi è nullo, di conseguenza non si andrà ad alterare in nessun modo il gusto del salume. Da qui, è possibile comprendere che questo particolare modello di affettatrice non è assolutamente adatto per la grande distribuzione a causa della sua lentezza, ma è il prodotto ideale per veri appassionati ed intenditori che amano lo stile anni ’50.

Il prezzo delle affettatrici a volano è solitamente più alto rispetto agli altri modelli più tradizionali. Il range per coloro che fossero interessati ad acquistarne una nuova, con annesso il piedistallo di supporto, va dai 1200€ ai 6200€. 

Pulizia affettatrici

Al fine di mantenere le affettatrici in perfetto stato è essenziale effettuare una corretta pulizia. Questo passaggio non solo è importante per evitare una prematura rottura dell’elettrodomestico, ma anche per garantire l’igiene dei cibi che vengono introdotti.

Per prima cosa l’affettatrice dovrebbe essere pulita ogni vota che viene utilizzata, poichè siccome essa viene utilizzata per affettare cibo, i residui non dovrebbero rimanere sull’elettrodomestico. Infatti, come è ben noto, il cibo potrebbe attirare insetti, impurità e odori che vanno eliminati immediatamente. Non è indispensabile effettuare una pulizia completa o particolarmente brigosa, il consiglio è quello di effettuare una minima pulizia ogni volta che la si utilizza per poi, ogni tanto prestarsi ad una pulizia più meticolosa.

In ogni caso la prima cosa da effettuare è staccare la spina dalla corrente, questo perchè talvolta, pulendo, si possono azionare dei tasti involontariamente, ed essendo un elettrodomestico provvisto di una lama molto affilata, per questioni di sicurezza sarebbe opportuno staccare la spina. Successivamente, il primo passaggio è quello di pulire la lama con un foglio di carta, senza aggiunta di detersivi. Questa prima fase consente di eliminare i residui di cibo più grandi. Fate molta attenzione, avere a che fare con oggetti estremamente taglienti, prevede una concentrazione più elevata. In secondo luogo, il consiglio è quello di smontare tutte le parti estraibili dell’elettrodomestico in modo da semplificarvi il lavoro. Una volta che si hanno tutte le componenti da parte, si può procedere con la pulizia vera a propria del corpo macchina che prevede l’uso di alcol alimentare o denaturato, solvente estremamente disinfettante. Sfregate le varie parti con una spugna e poi risciacquate abbondamentemente con acqua, in modo che non resti nessuna traccia di alcool sull’elettrodomestico. Infine, lasciate asciugare prima di rimontare i pezzi.

Passate poi alla pulizia delle singole parti smontate. Prendete una bacinella in grado di contenerle e riempitela con acqua tiepida e il succo e la buccia di due limoni. Lasciate, quindi, in ammollo i pezzi per circa 15 minuti e poi risciaquateli sotto l’acqua corrente. Una volta asciutti potete procedere al rimontaggio dei pezzi sul corpo macchina.

Le marche migliori di affettatrici e offerte online

Con un mercato così vasto e così tanti tipi di affettatrici diverse, è difficile capire quali siano le marche e i modelli migliori.

In effetti, come già spiegato, tutto dipende dalle vostre esigenze. È inutile dire che un’affettatrice manuale da €500 è migliore di una pieghevole da €30. Ovviamente le differenze sono moltissime, ma se state cercando qualcosa di piccolo, da portarvi in giro, e che faccia semplicemente il suo lavoro, un’affettatrice semi-professionale non fa di certo per voi. Quella super economica è proprio l’acquisto ideale.

Tuttavia, ci sono alcune marche che vengono generalmente reputate migliori. Tra queste le RGV e le Bosch.

 La prima è una marca italiana di altissima qualità e che ha un’attenzione per il cliente quasi maniacale. Vi servono i pezzi di ricambio? Li avrete in pochissimi giorni senza dover attendere spedizioni dall’estero. Avete bisogno di assistenza? Vi sarà data con gentilezza e precisione.

La Bosch, se pur non italiana, è una tra le marche più famose di elettrodomestici e la sua fama non se l’è guadagnata per caso.

Sono attenti nei dettagli e i loro prodotti sono sempre fabbricati con materiali idonei per accontentare i loro clienti.

[amazon bestseller=”affettatrice ” items=”5″ template=”table”]

Le migliori affettatrici

Di seguito abbiamo riportato una lista delle migliori affettatrici per tutte le esigenze.

 

Affettatrice Bosch MAS4201N

Questa Bosch è una tra le più famose affettatrici pieghevoli per il suo prezzo decisamente basso e per la qualità. È decisamente compatta (195 x 102 x 330 mm) e leggera (1,61 kg) essendo in plastica tranne la lama in acciaio. È, quindi, l’ideale per essere trasportata.

Non è stata progettata per affettare salumi stagionati ed alimenti particolarmente duri. È perfetta per salumi morbidi, formaggi, verdura e pane.

Se state cercando una mini affettatrici, semplice da usare e dalle prestazioni discrete la Bosch MAS4201N fa per voi.

 

[amazon bestseller=”affettatrice bosh” max=”2″ items=”1″]

Affettatrice RGV Special Edition 25

Questo ci fa capire come sia stata curata nei minimi dettagli per durare a lungo, nonostante sia un’affettatrice da casa e non professionale.Una tra le affettatrici con il miglior rapporto qualità prezzo. È completamente costruita in alluminio fuso con la base ed alcuni inserti laccati color rosso. Solo il piatto dove si appoggiano i salumi è in plastica.

Lo spessore di taglio arriva ad un massimo di 3 cm è quindi l’ideale in ogni situazione. Inoltre, l’ampia lama da 250 mm gli permette di affettare anche gli alimenti più grossi.

La RGV Special Edition 25 è anche dotata di affilatoio fisso, per mantenere la lama sempre affilata e funzionante al meglio delle sue possibilità.

[amazon bestseller=”affettatrice rgv” max=”2″ items=”1″]

BERKEL – Affettatrice Professionale Manuale a Volano

Le affettatrici Berkel sono un marchio di qualità e professionalità da decenni. Sono costruite a mano e sono il sogno di tutti i salumieri che hanno fatto del loro lavoro una vera e propria arte.

Questo modello è in grado di valorizzare il prodotto affettato in quanto evita il surriscaldamento dei grassi e della carne grazie alla bassissima velocità della lama mossa a mano tramite volano. La forma concava della lama affilatissima accarezza il prodotto nel solo punto di taglio evitando l’alterazione del gusto e del profumo dovuta al riscaldamento che le affettatrici elettriche provocano.

Sono consigliate solo ai professionisti, primo per la maestria che richiede l’utilizzo, secondo per le dimensioni elevate (75 x 54 x 72,5 cm) e il peso totale di 45 kg.

[amazon bestseller=”affettatrice berkel” max=”2″ items=”1″]

RGV Lusso 195 GL

Le caratteristiche di questa affettatrice sono vicinissime a quelle professionali. Degni di nota il motore ventilato per limitare il riscaldamento e renderlo silenzioso, e la lama professionale temprata, rettificata e cromata al cromo duro per mantenere l’efficienza nel taglio.

Più piccola nelle dimensioni (43 x 30 x 29,2 cm), con una lama dal diametro medio ed un peso di 10 kg, è però adatta al bisogno di una famiglia e non è consigliata per le attività commerciali che hanno bisogno di affettare abbondanti quantità di salumi.

Lo spessore del taglio arriva fino a 14/16 mm ed è l’ideale anche per tagliare carni, formaggi, pane ed altri alimenti.

RGV Lusso 275/S

La Lusso 275/S è una dei modelli più soddisfacenti prodotti dalla RGV. È un’affettatrice semiprofessionale, costruita in alluminio fuso e resistente. La lama in acciaio inox taglia come un rasoio e va bene per salumi ed insaccati anche belli stagionati e duri.

La potenza del motore da 150W si fa sentire: il taglio è veloce e preciso. Ovviamente è stata pensata per la casa o per un utilizzo anche quotidiano e moderato. Per cui il motore tende a surriscaldarsi dopo avere affettato abbondanti quantità di alimenti.

Tuttavia, se non siete dei salumieri questo difficilmente andrà a succedere perché non arriverete mai al punto di surriscaldamento.

Il taglio arriva fino a 14/16 mm.

RGV Luxor 20 Affettatrice

Questo modello è stato pensato per la casa.

È costruito quasi completamente in acciaio tranne le manopole e questo vi fa capire la robustezza del prodotto.

Il motore forse non è tra i più potenti, ma basta a soddisfare le esigenze di una famiglia. Inoltre, è ventilato per evitare il surriscaldamento.

 

[amazon bestseller=”affettatrice rgv lusso” max=”2″ items=”1″]

Sirge AFFPROF22 Affettatrice Professionale

Sicuramente la numero uno per la fascia di prezzo. Non fatevi ingannare, questa affettatrice ha tutto quello che serve per essere considerata un modello professionale. Forse le dimensioni sono un po’ ridotte per un negozio di salumi, ma è l’ideale per ristoranti e bar oltre che per la casa.

Il motore ha una potenza straordinaria e il taglio va da zero a 10 mm.

 

[amazon bestseller=”affettatrice sirge” max=”2″ items=”1″]