Parka da donna

Cosa può essere definito come il sempre verde della moda? In assoluto il parka. Non importa se ci sia freddo, temperature in picchiata, giornate uggiose, pioggia, neve e nebbia… Il parka risulta essere perfetto ad ogni evenienza. In grado di proteggere dal vento e dalla piaggia e di riscaldare dal gelo intenso dell’inverno, il parka ha conquistato la scena della moda ormai da anni e sembra proprio non voler abbandonare il podio. 

Ognuno di noi ha una stagione che preferisce più di altre: chi l’estate per le lunghe giornate luminose e la vita all’aria aperta, chi la primavera che vede sbocciare la vita e la natura in generale, chi l’autunno con il suo ritmo lento e i colori suggestivi che “dipingono” gli alberi dei nostri paesi e delle nostre città e chi, infine, l’inverno.

Ebbene sì, anche la lunga stagione invernale porta con sé un fascino davvero unico: la neve che ovatta e rende silenzioso il paesaggio, la possibilità di stare al caldo davanti al camino, oppure di godersi anche una giornata soleggiata ma comunque fredda.

Ovviamente l’inverno comporta un cambio di abiti, vestiti, scarpe, giacche e chi più ne ha più ne metta. A questo proposito le passerelle di moda ogni anno dettano stile e cercano di orientare il consumatore a scegliere una tipologia di outfit al posto di un altro.

Un capo di abbigliamento che non dovrebbe mai mancare nel guardaroba femminile, è certamente una giacca multitasking, impermeabile alla pioggia, dalla linea più sportiva e casual rispetto ad un classico cappotto, che ripari bene dal vento: il parka è la soluzione ideale.

Ma che cos’è esattamente il parka?

Si tratta di un capo spalla che è considerato un vero e proprio must have per tutto il mondo femminile: le origini del parka risalgono più o meno alla preistoria dove se ne è registrata la presenza tra le popolazioni inuit che erano stanziali nella zona del circolo polare artico. All’epoca si trattava di indumenti realizzati con vere e proprie pellicce di orsi polari, foche, volpi che venivano indossati dalle popolazioni del tempo uno sopra all’altro, per proteggersi dal freddo polare.

L’origine del termine Parka, così com’è giunto ai giorni nostri significa letteralmente “pelle di animale” e trae la sua origine dalla lingua “nenents”, parlata nelle regioni a nord della Russia, in cui, come ben sappiamo, le temperature sono rigidissime per diversi mesi.

Negli ultimi anni gli stilisti lo hanno riportato molto in auge e i diversi luxury brands ne hanno proposti tantissimi modelli, con colori e tessuti differenti che hanno riscosso un enorme successo tra personaggi illustri della moda e del mondo fashion.

Il primo brand conosciuto che ha iniziato a produrre il parka è stato Refrigiwear: all’inizio venne proposto con il fine di proteggere le persone da situazioni di freddo estremo (si pensi alle popolazioni che abitano in Alaska). Successivamente, nel 1954, Refrigiwear ha realizzato parka utilizzando appositamente tessuti tecnici e maggiormente resistenti alle temperature più rigide. Famoso è lo slogan del brand “A modern way to keep warm” che tende a sottolineare la capacità del parka di proteggere in modo ineccepibile dal freddo.

Nel corso del tempo, intorno agli anni ’50 e ’60, il parka diventa una vera e propria icona di stile dell’allora mondo dei giovani, meglio conosciuta come “Mod” (il termine è l’abbreviazione di “modernism” e fa riferimento agli appassionati di modern jazz dell’epoca). In particolare, la zona più colpita da questa tendenza è stata la capitale britannica, Londra, che nel 1959 ha conosciuto il boom di richieste per questo capo spalla. Il modello a cui si fa riferimento era quello indossato dai militari americani durante la seconda guerra mondiale: lungo, provvisto di cappuccio, di colore verde e abbellito da toppe, spille e disegni vari.

Successivamente nei primi anni ’90 il parka diventa il simbolo del grunge: l’allora leader dei Nirvana, Kurt Cobain e altri gruppi rock come i Pearl Jam, iniziarono ad indossare il parka dettando uno stile unico ed inconfondibile, simbolo di ribellione.

Infine, arrivando ai giorni nostri, è possibile constatare che il parka continua a riscuotere un certo successo tra giovani e non solo. Esso è classificabile come qualcosa di unico ed intramontabile che ha ancora di più conosciuto le luci della ribalta nel 2003, quando la modella Kate Moss viene fotografata con questo capo dalle linee e dai colori inconfondibili.

Quali sono stati i primi brand luxury a presentare il parka sulle più famose passerelle di moda?

I brand luxury che hanno deciso per primi di riportare in auge questa particolare giacca sono stati: Fay, Burberry London e Acquascutum. Ognuno di essi ha proposto al pubblico maxi parka rivestiti da pellicce di montone sia all’interno e sia sul collo, oppure offrendo modelli dalla linea più minimale e sporty. Sono stati proposti, quindi, diversi modelli e rivisitazioni che rendono il parka adattabile ad ogni situazione. E come si suol dire “certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano”… Infatti, come accadeva in passato quando i parka venivano realizzati con le pellicce di animali, anche oggi questa variante è stata riproposta.

Com’è fatto il parka?

Si tratta di una giacca sportiva e casual allo stesso tempo, leggermente più lunga sui fianchi e dotata di cappuccio e fodera reversibile. Solitamente la lunghezza standard del parka è fino al ginocchio, chiuso in fondo da un coulisse, zip o cerniere e bottoni. I primi modelli erano di colore verde militare, poi nel corso del tempo si è passati ai toni del fango, blu scuro, nero, bianco, tinte pastello oppure beige.

Le rifiniture possono essere davvero tantissime: pelle, pelliccia vera o ecologica, lana, poliestere e montone. Mentre i bottoni vengono realizzati in metallo o in plastica resistente. Tutte le sue caratteristiche sono tipiche di un capo unico, di qualità, confortevole e adatto a quasi tutte le situazioni. Inoltre, grazie all’ampia scelta di colori e materiali, i parka svolgono funzioni diverse; quindi, a seconda della direzione che si vuole dare al proprio look essi possono accentuare o smorzare l’eleganza o la sportività.

Arrivando al 2016, il parka proposto dalle più importanti maison di moda presenta una linea che tende a mixare alla perfezione sport e casual, con classe: Woolrich, ad esempio, è stato il primo luxury brand che ha letteralmente reinterpretato il parka trasformandolo nella versione piumino e giocando su differenti lunghezze e rivestimenti in cui si predilige il Goretex, per la grande traspirabilità.

I migliori Parka da Donna in Offerta

Dopo aver accuratamente spiegato le origini del parka, da come è nato e come poi si è sviluppato nel corso degli anni, vediamo insieme quali sono i modelli più venduti su un portale E-Commerce come Amazon.

Penn rich f-abbey eskimo donna 

Tra i modelli di parka da donna più venduti ed apprezzati dalle consumatrici, questo particolare design sembra proprio avere catturato l’attenzione! Il modello è realizzato dal brand Woolrich ed è di colore marrone scuro, militare dotato di cappuccio. Confortevole e pratico, ha un ottimo rapporto di qualità-prezzo. Oltre all’impatto estetico positivo, la caratteristica di questo parka è il fatto di tenere molto caldo, è, quindi, ideale anche per soggiorni in montagna, quando le temperature scendono sotto lo zero.

Peak Time 1602 Parka invernale da donna con vera pelliccia

Elegante e allo stesso tempo molto pratico e fashion, questo parka invernale da donna è dotato di cappuccio grande rifinito in vera pelliccia morbida; dal taglio leggermente sciancrato.

La chiusura è a zip e tiene bene il calore:  è presente infatti, un’imbottitura morbida, tasche esterne (contro le mani fredde).

Brave Soul – Giacca da donna modello parka

Modello di parka leggero ma che è comunque in grado di svolgere al meglio la sua funzione, ossia tenere caldo: i colori disponibili sono il cachi, il rosa ed il blu.

Modello foderato provvisto di cappuccio e scollo con pelliccia border e zip di chiusura. Sono, inoltre, presenti tasche con bottoni sulla parte anteriore, corpo con Sherpa e fodera in pile: orlo e maniche con fodera normale e coulisse regolabile.

ZEARO Parka Caldo invernale in Pelliccia Sintetica

Modello di parka da donna adatto sia per l’inverno che per la primavera: rivestito in pelliccia ecologica ed adatto ad ogni occasione unica ed elegante. Un vero e proprio must have che non dovrebbe mai mancare nell’armadio di ogni amante della moda e del buon gusto.

La caratteristica che ha attratto maggiore interesse rispetto a questo capo è la sua capacità di essere elegante e casual al tempo stesso.

YoungSoul – Giubbotto Femminile  

Parka perfettamente compatibile ad ogni attività femminile che si rispetti: dai viaggi in famiglia, allo shopping con amiche alle passeggiate mattutine: casual e pratico.

Il materiale di cui è composto è un perfetto mix di poliestere, pile e pelliccia che, insieme, garantiscono una perfetta tenuta contro il freddo e le temperature rigide. La chiusura del parka è a cerniera e si consiglia il lavaggio a secco per preservare al meglio la giacca.

NON HAI TROVATO QUELLO CHE CERCAVI? CERCA TRA CENTINAIA DI NUOVI PARKA IN OFFERTA SU AMAZON!

PARKA DONNA OFFERTA